Sorgente del Gorgazzo, record dello speleosub Starnawski a 222 metri di profondità: il video

Polcenigo (Pn) – Lo scorso 5 settembre, in eccezionali condizioni metereologiche e di limpidezza dell’acqua, lo speleosub polacco Krzysztof Starnawski ha battuto il precedente record di immersione nella sorgente del Gorgazzo, spettacolare sorgente valchiusana nell’omonima frazione di Polcenigo (Pn).

Starnawski ha raggiunto i 222 metri di profondità, superando di 10 metri il record stabilito da Luigi Casati nel 2008 ed ha pubblicato qualche giorno fa uno spettacolare video su Vimeo:

La sorgente del Gorgazzo, posta ad un’altitudine di circa 50 m., è situata nei pressi dell’omonima borgata, ad 1 km da Polcenigo. Nascosta fra alberi e rocce, le sue acque limpide e gelide sono di uno splendido colore blu. Al momento dello storico record, la temperatura dell’acqua era di 11 gradi.

Viene definita come sorgente carsica ascendente o valchiusana, in quanto originata in seguito allo sbarramento imposto dal contatto fra i calcari del sovrastante massiccio del Cansiglio e le formazioni rocciose a bassa permeabilità. Le sue acque raggiungono la portata media di 3 metri cubi al secondo. Il Gorgazzo, localmente chiamato “el Buso”, deriva da gorc, che in friulano vuol dire abisso.

Si tratta della sorgente più profonda d’Italia con -222 m dal piano (con possibilità di continuazione) ed uno sviluppo di circa 450 m., gran parte in verticale.

La grotta è costituita da una risorgiva, una delle più profonde mai esplorate al mondo e la seconda sorgente carsica a sifone più profonda in Europa dopo la Fonte di Valchiusa in Provenza.

Nei pressi dell’imboccatura della cavità, a 9 metri di profondità, è stata posta la statua del Cristo, che grazie all’eccezionale limpidezza delle acque e del fondo è perfettamente visibile all’esterno dalla riva nelle giornate soleggiate.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi