Spaccia marijuana a 16 anni, colto in flagrante dai poliziotti. Nota del Questore

Pordenone – Un ragazzino di 16 anni, di Pordenone, è stato nuovamente sorpreso con una dose di marijuana. Aveva anche un bilancino di precisione in casa.

Il minorenne è stato fermato dagli agenti della Squadra Volante di Pordenone nella serata di giovedì 24 ottobre scorso, alle ore 21.30 circa, nel parcheggio pubblico di via Oberdan, nei pressi del Molino di Pordenone.

Durante una perlustrazione ordinaria i poliziotti hanno notato il ragazzo che, alla vista della Volante, ha cercato di nascondersi tra le auto in sosta.

Gli agenti lo hanno bloccato ed identificato come il 16enne pordenonese che nel mese di settembre scorso era già stato denunciato per detenzione illecita di marijuana.

Il ragazzo è stato sottoposto ad un sommario controllo con esito negativo e lasciato andare.
Mentre gli agenti proseguivano la perlustrazione nell’area tra il piazzale della stazione ed il parcheggio, dopo alcuni minuti hanno individuato di nuovo il 16enne, stavolta con uno zaino in spalla che, in compagnia di un’altra ragazza minorenne, si stava avvicinando alla fermata delle corriere.

Quando era stato intercettato poco prima, il giovane non aveva lo zaino, quindi i poliziotti hanno ipotizzato che lo avesse nascosto da qualche parte e poi ripreso.

Alla luce di questa circostanza, hanno bloccato nuovamente il ragazzo sottoponendo lo zaino a perquisizione: il 16enne lo ha aperto, mostrando il contenuto e, in un evidente stato di nervosismo e tremore, ha tentato di evitare che gli agenti aprissero anche la tasca davanti.

Proprio nella tasca infatti i poliziotti hanno trovato un sacchetto di cellophane, tipo quelli utilizzati per surgelare gli alimenti, con all’interno 42 grammi di marijuana, come riscontrato anche dall’esame preliminare narcotest col reagente per cannabinoidi.

Sussistendo, così, la flagranza del reato di illecita detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio, ex art. 73 D.P.R. 309/90 (T.U. sugli stupefacenti), i poliziotti della Volante hanno effettuato una perquisizione a casa del ragazzo.

Nella camera da letto del ragazzino, all’interno di un cassetto della scrivania la Polizia ha trovato un bilancino digitale di precisione, poi sequestrato, utilizzato per la pesatura delle dosi.

Terminate le attività di polizia, il 16enne pordenonese è stato deferito in stato di libertà presso la Procura della Repubblica del Tribunale dei minorenni di Trieste in ordine al reato di illecita detenzione di sostanza stupefacente del tipo marijuana, ex art. 73 D.P.R. 309/90.

Il Questore della Provincia di Pordenone, dott. Marco Odorisio, ha espresso la sua preoccupazione per il diffondersi di reati di droga fra i giovanissimi: “l’episodio appena evidenziato, che vede come protagonista un 16enne, impone, a maggior ragione, la necessità di porre in essere quel positivo controllo sociale sui ragazzi sia nell’ambito familiare che in quello scolastico, oltre che ricreativo e di aggregazione”.

Il Questore invita i cittadini “a segnalare situazioni riconducibili al contesto degli stupefacenti, dove sempre più spesso ricorre il coinvolgimento di minorenni”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi