Vasto incendio sul Carso sloveno, impegnati anche pompieri dall’Italia

Gorizia – Un incendio di vaste dimensioni si è sviluppato nella giornata di mercoledì 21 agosto sul Carso sloveno, a pochi km dal confine italiano, non lontano dal valico di Merna. Secondo le prime informazioni, le fiamme hanno interessato un’area di circa 100 ettari.

L’innesco sarebbe avvenuto nei pressi del monumento-museo di Cerje. Gli inquirenti della vicina Repubblica non escludono che possa essersi trattato di un atto doloso.

Secondo le ultime informazioni, come riportato dai media locali, l’incendio è stato quasi del tutto domato. Lo conferma il comandante del quartier generale regionale della Protezione civile della Primorska del Nord, Samo Kosmac.

Gli elicotteri sono tornati alla base nella mattinata del 22 agosto ma l’allerta è ancora attiva a causa delle condizioni meteo. La strada principale Miren-Opatje Selo è stata riaperta, mentre alcune squadre di Vigili del Fuoco stanno mettendo in sicurezza la zona.

Durante la notte erano circa 140 i pompieri al lavoro, di cui 20 dall’Italia, provenienti dal comando provinciale di Gorizia. Quattro gli elicotteri a supporto dello spegnimento delle fiamme.

I Vigili sono riusciti a circoscrivere l’incendio in modo da non far raggiungere dalle fiamme il vicino villaggio di Lokvico e le coltivazioni.

L’entità dei danni sarà stimata dal Servizio forestale sloveno nei prossimi giorni.

(Foto: Stefano Savini, tutti i diritti riservati)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi