Tenta di violentare una minorenne, salvata dopo aver mandato un messaggio alla mamma

Udine – Ha tentato di violentare una minorenne a casa di un amico comune, ma la ragazzina è riuscita a divincolarsi e a mandare un whatsapp alla mamma chiedendo aiuto.

Per questo motivo un cittadino tunisino di 26 anni, residente a Udine, è stato arrestato dai Carabinieri della stazione di Codroipo della Compagnia di Udine che hanno salvato la ragazzina. È accusato di violenza sessuale, sequestro di persona e violenza a pubblico ufficiale.

Il fatto è avvenuto la sera del 23 dicembre a Codroipo (Ud). La ragazzina, 14 anni, aveva trascorso il pomeriggio e la sera a casa di un compagno di scuola. In serata, per motivi ancora da chiarire, l’adolescente era rimasta nell’abitazione da sola con l’uomo che ha tentato di usarle violenza. Il ventiseienne l’ha palpeggiata e si è denudato per violentarla.

La ragazzina è riuscita a divincolarsi e a scrivere un messaggio alla madre per chiedere aiuto. La signora si è rivolta ai Carabinieri che si sono precipitati sul posto e sono entrati in casa sfondando la porta.

All’arrivo dei militari il giovane ha opposto resistenza ed ha tentato di colpire gli agenti con una bottiglia, ma è stato immobilizzato ed arrestato.

L’arresto è stato convalidato dal gip, che ha disposto per l’uomo la misura della custodia cautelare in carcere.

(fonte: Ansa)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi