Venjulia – Bologna rugby 1928: partita bella e vibrante, peccato per il risultato

Venjulia – Bologna rugby 1928 si conclude 21 a 57. La partita, disputata domenica 17 marzo a Prosecco, è stata molto bella e vibrante. Peccato per il risultato amaro e a favore degli ospiti.
Il Bologna, secondo in classifica non a caso, gioca una partita in funzione dei limiti del Venjulia, lo aspetta mentre fa il massimo sforzo e poi impietosamente lo colpisce sui suoi errori. Errori che sono tanti, troppi per sperare di vincere contro una big.
E sì che i Triestini di occasioni di andare in meta ne hanno avute, ma arrivati a 30 cm dalla linea, hanno fatto falli inutili, vanificando almeno 3 mete che erano fatte; così i padroni di casa non riescono nemmeno a prendersi il bonus difensivo.
Discorso punteggio a parte, la gara è stata vibrante con continui capovolgimenti di fronte, grandi fughe e grande lotta su ogni pallone.
A fine partita il coach bolognese si è complimentato con i Triestini per aver giocato senza badare a spese. Continua così la serie negativa del Venjulia, ultimo e con grossi problemi offensivi, dove mancano le punte e anche con una panchina troppo corta per poter rimpiazzare i tanti giocatori infortunati.
Per ogni partita persa e con sempre meno da giocare, si fa dura la possibilità di non retrocedere, ma sapendo che la palla è rotonda, pardon: ovale, magari qualcosa cambia.
(Testo e fotogallery a cura di Stefano Savini)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi