Violenza tra minori: la Polizia scopre i responsabili di un pestaggio attraverso un video messo in rete

Udine – Violenza tra minorenni anche in Friuli: gli agenti della Polizia di Stato hanno individuato alcuni adolescenti che quest’estate avevano malmenato un coetaneo per derubarlo ed avevano ripreso le violenze mettendole poi in rete.

Il pestaggio era avvenuto nei pressi della spiaggia di Lignano (Ud) nel cuore della notte.

Questi i fatti: nella notte del 15 luglio 2018, presso un ufficio spiaggia del lungomare di Lignano, un ragazzo che si era momentaneamente allontanato dal gruppo con cui stava trascorrendo la serata, era stato avvicinato dai due coetanei, i quali, una volta scoperto che aveva del denaro, circa 100 euro, lo hanno selvaggiamente picchiato al fine di entrarne in possesso.

Una parte dell’aggressione veniva ripresa da uno dei responsabili; il video veniva poi condiviso sui social.

Gli agenti della Squadra Mobile, venuti a conoscenza dell’esistenza del video, lo hanno sequestrato e dato avvio alle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste, permettendo l’individuazione della parte offesa, un giovane residente in Veneto, e degli autori.

La vittima, che aveva riportato lesioni con una prognosi iniziale di 30 giorni, a seguito del pestaggio era stato sottoposto ad intervento chirurgico alla mandibola.

Nella mattinata di venerdì 29 settembre i due responsabili, residenti in provincia di Udine, venivano formalmente indagati per il grave gesto e perquisiti, con l’ausilio della Polizia Postale, su delega dell’Autorità Giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi