Al Tiare di Villesse 30 pasticceri per entrare nel Guinness con più di 200 metri di tiramisù

Villesse (Go) – Saranno una trentina i pasticceri impegnati, tra meno di venti giorni, nella preparazione del “longest tiramisu” del mondo. Il Guinness World Record Official Attempt si svolgerà presso il Tiare Shopping di Villesse (Go) domenica 11 febbraio 2018, ma già fervono i preparativi per organizzare al meglio l’evento che avrà come protagonista il dessert italiano più amato.

Per riuscire a conquistare un primato mondiale certificato dai severi giudici inviati da Londra servono infatti una perfetta organizzazione, abilità professionale e ingredienti di prima qualità, offerti da numerose aziende, friulane e non solo.

A realizzare l’epica impresa, mai tentata finora, sarà una squadra di maestri dell’arte dolce dell’associazione l’Etica del Gusto, un gruppo di artigiani friulani che hanno a cuore la scelta delle materie prime e le lavorazioni tradizionali.

Spiega Flavio Gardin, di Gonars (Ud), che coordina i pasticceri dell’Etica del Gusto: «Saremo al lavoro fin da sabato 10 febbraio, con l’obiettivo di preparare più di trecento teglie di tiramisù».

Il team impiegherà circa 30 mila savoiardi, 300 litri di caffè e saranno preparati oltre 300 chilogrammi di crema con uova rigorosamente biologiche usate non a crudo.

Alla guida dell’organizzazione al Tiare Shopping, c’è Mirko Ricci, già organizzatore di altri due titoli mondiali certificati dal Guinness World Record: il tiramisù e il profiterole più grandi del mondo. «Stiamo lavorando a un progetto molto impegnativo – dice Ricci con l’obiettivo di unire realtà diverse tra loro per uno scopo importante: regalare al nostro Paese un nuovo primato gastronomico».

Saranno presenti a Villesse anche gli scrittori Clara e Gigi Padovani, che per il loro libro di successo hanno investigato sulla vera storia di questo dessert e sono stati intervistati da televisioni e giornali di tutto il mondo. «Questo record sarà un ottimo inizio per l’Anno Nazionale del Cibo Italiano istituito per il 2018 dal ministero delle Politiche Agricole e del Turismo – dicono Clara e Gigi Padovani -. Il tiramisù è senza dubbio il più rappresentativo e conosciuto “dolce tricolore” in tutti i continenti, nonostante la sua storia recente che affonda le radici nel Nord Est, tra Friuli Venezia Giulia e Veneto».

«Abbiamo scelto di ospitare questo evento – commenta Giuliana Boiano, Direttore di Tiare Shopping – innanzitutto per ribadire la nostra volontà di valorizzare le tradizioni di questo territorio e in seconda battuta per riaffermare il tema su cui abbiamo scelto di concentrarci quest’anno: l’enogastronomia e l’alta cucina. Il tiramisù unisce entrambe questi obiettivi: è nato proprio nella nostra regione per diventare poi patrimonio di tutto il Paese ed è probabilmente il dolce italiano più amato all’estero. Conquistare questo nuovo record sarebbe un bel modo per celebrare una specialità del Friuli Venezia Giulia e certamente un’occasione di orgoglio per Tiare Shopping che con Tiare Chef Lab celebra ogni giorno l’alta cucina».

Nell’Official Attempt saranno coinvolti anche numerosi volontari, come aggiunge il pasticcere Gardini: «L’entusiasmo per questa dolce impresa ha fatto attivare tanti amanti del tiramisù: nella notte di sabato 10 febbraio, quando il centro commerciale è chiuso al pubblico, monteranno un tavolo lungo più di centocinquanta metri, che dovrà accogliere il dolce. Il tiramisù sarà preparato nel laboratorio Tiare Chef Lab, che normalmente ospita corsi di cucina per i clienti del centro commerciale, grazie a undici postazioni super-attrezzate con piastre a induzione, planetarie e accessori professionali. Gli oltre centocinquanta metri di dolcezza saranno poi porzionati e distribuiti gratuitamente a chi assisterà all’evento nel Tiare, con l’aiuto di cinquanta allievi del Centro di formazione Civiform, di Cividale del Friuli».

Ingresso libero. Non mancherà l’intrattenimento con grandi ospiti nazionali.

Di seguito le foto delle prove generali:

Print Friendly, PDF & Email

Condividi