Assedio napoleonico e battaglia a Palmanova: le gallerie di foto della rievocazione storica

Palmanova – Lo scorso fine settimana si è svolta nella città stellata la grande rievocazione “Palma alle armi – 1809. L’assedio”. La manifestazione ha visto impegnati circa 500 rievocatori provenienti da tutta Europa che hanno interpretato i ruoli di soldati napoleonici, austriaci e italiani, oltre che di tutte le figure di contorno di una grande battaglia: popolani, bottegai, osti, maniscalchi, fabbri…

Partecipatissimo l’evento, per la prima volta a Palmanova. Peccato che la pioggia, giunta copiosa nel pomeriggio di domenica 8 settembre, ha rovinato il gran finale con i fuochi d’artificio. Assicurato invece il successo in tutte le altre fasi della rievocazione.

Nel 1809 per la prima volta Palma è cinta d’assedio. “Palma alle Armi 1809 L’Assedio” rievoca questo episodio, quando la fortezza fu bloccata dalle truppe austriache a seguito della ritirata dell’armata franco-italiana verso il Tagliamento e l’Adige. Per un mese, nella primavera di quell’anno, Palma fu bloccata e bombardata fino alla sua liberazione: la fine delle ostilità fu firmata nell’ottobre del 1809.

Due giorni tra battaglie, parate, accampamenti e ristori, fanti e cavalieri, balli alla moda del tempo, giochi e sbandieratori, scontri all’arma bianca, sfilate delle truppe e scontri d’artiglieria. L’area del bastione Garzoni e la cortina nei pressi di Porta Cividale hanno ospitato i rievocatori con più di 200 tende, i bivacchi delle truppe, le artiglierie e la locanda storica.

Con preciso rigore filologico è stato allestito uno dei più grandi accampamenti militari nella storia delle rievocazioni Napoleoniche in Italia e riproposta la scenografica battaglia.

Sabato 7 settembre, dopo l’alzabandiera e l’omaggio del sindaco alle due formazioni, una salva di cannone da 4 libbre e le salve dei due schieramenti, sono iniziate le manovre e l’allestimento degli accampamenti con tanto di ronde e suonatori. A loro si sono uniti anche sbandieratori e cavalieri.

Nella giornata di domenica 8, i rievocatori si sono dovuti fermare attorno alle 14 per l’arrivo di una forte perturbazione che ha impedito lo svolgimento della parte finale del programma; stop anche ai fuochi artificiali previsti in serata.

Qui di seguito le foto della spettacolare kermesse: il primo servizio è di Stefano Savini, il secondo di Sabrina Tagliapietra. Tutti i diritti sono riservati.

Ecco le foto della battaglia (copyright: Sabrina Tagliapietra):

Print Friendly, PDF & Email

Condividi