Aveva rapinato negozi e ferito una commessa con un taglierino in centro città: arrestato

Trieste – È un sessantaduenne padovano, C. A. le sue iniziali, il rapinatore che ha commesso numerosi furti in città e ferito una cassiera con un taglierino.

L’uomo è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile dopo essere stato colto in flagrante mentre portava via gli incassi di una cartoleria.

In precedenza aveva commesso due rapine, a ottobre del 2017 e ad agosto del 2018, ai danni di una farmacia. Lo scorso 18 agosto aveva rapinato un supermercato Simply SMA.

Alla SMA, oltre a portar via l’intero incasso, aveva ferito una commessa con un colpo di taglierino, procurandole una profonda ferita al palmo della mano destra.

Gli investigatori si erano messi immediatamente sulle tracce del responsabile.

Durante il pedinamento nei confronti di un individuo non identificato ma somigliante alle descrizioni del rapinatore, lo scorso 14 settembre gli agenti lo hanno colto in flagranza di reato.

La Polizia lo ha quindi arrestato per il furto ai danni di una cartoleria di via Battisti, in occasione del quale il ladro aveva prelevato il cassetto porta contanti del registratore di cassa.

Gli stessi investigatori avevano individuato il sospettato nei giorni precedenti all’arresto e lo avevano pedinato a lungo, scoprendo le sue abitudini.

Le indagini svolte attraverso le telecamere di videosorveglianza hanno rivelato che le diverse rapine sono state commesse dalla medesima persona che, nelle varie occasioni, ha usato diversi travestimenti: occhiali, un cappellino da baseball, una parrucca.

Una volta portati a segno i colpi l’uomo si dileguava, facendo perdere le proprie tracce, in sella a una mountain bike.

I pedinamenti si sono concentrati tra via Giulia e la via Fabio Severo, dato che il malvivente commetteva furti e rapine in prevalenza in in quella zona.

Nel corso dell’inchiesta gli agenti hanno notato un individuo, con caratteristiche fisiche compatibili con quelle del rapinatore ricercato, entrare all’interno di un palazzo di via Fabio Severo dopo aver percorso diverse vie cittadine in sella ad una bicicletta del medesimo modello e colore di quella utilizzata per darsi alla fuga a seguito della rapina commessa ai danni del supermercato Punto Simply.

Nel corso della perquisizione personale e locale, eseguita il 14 settembre scorso in seguito all’arresto per il furto aggravato, la Polizia ha trovato, oltre a diverse mountain bike, diversi oggetti direttamente riconducibili alle rapine: i vestiti che indossava durante i furti, gli occhiali, la parrucca ed i taglierini.

Le persone rapinate hanno poi riconosciuto C. A. come autore dei furti commessi ai loro danni attraverso le foto che gli sono state scattate dalla Polizia.

Il Pubblico Ministero titolare del procedimento penale, ha quindi richiesto ed ottenuto dal Giudice per le indagini preliminari di Trieste la misura cautelare della custodia in carcere.

L’uomo è attualmente agli arresti presso Casa Circondariale di Trieste.

Sono in corso ulteriori indagini per verificare la sua responsabilità in altre rapine commesse con le stesse modalità.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi