Bersaglieri in festa per il centenario di Trieste italiana. Le fanfare intonano l’inno: video

Trieste – L’Associazione Nazionale Bersaglieri è in prima linea per rievocare e festeggiare, particolarmente in questa speciale occasione del Centenario dell’unione di Trieste all’Italia, un anniversario che questo Corpo dell’Esercito sente come particolarmente suo per gli specifici fatti storici che lo legano ad uno dei più significativi eventi della Grande Guerra con la quale si concluse, il 3 novembre 1918, il processo di unità nazionale italiana.

L’ampio programma di manifestazioni dei Bersaglieri a Trieste ha avuto il suo “clou” sabato 3 Novembre, giornata bersaglieresca per eccellenza, con vari momenti di rievocazione dello storico sbarco sul molo Audace.

Nel pomeriggio di sabato si è svolto l’atteso Concerto di Fanfare (protagoniste quelle dell’11° Reggimento e dei Bersaglieri in congedo di Jesolo) in Piazza dell’Unità e nella vicina piazza della Borsa.

Qui il video con l’inno, a cura di Stefano Savini (tutti i diritti riservati)

Domenica 4 novembre, quindi, anche i Bersaglieri partecipano a Redipuglia alla solenne cerimonia alla presenza del Presidente della Repubblica (ore 10) e dalle ore 11.30 circa in poi (come da programma istituzionale) a Trieste alla Cerimonia ufficiale per il Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate nel Centenario della Fine della Grande Guerra, sempre alla presenza – come noto – del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Infine, nel pomeriggio di domenica 4, con inizio alle ore 17.30, al Ridotto “Victor de Sabata” del Teatro “Verdi”, l’Associazione Nazionale Bersaglieri propone alla cittadinanza, in chiusura delle manifestazioni, il Gran Concerto rievocativo della Grande Guerra “Voci e suoni dalle Trincee”, a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti.

“Si tratterà in realtà – come ha precisato il presidente ANB FVG generale Giuseppe Iacca – di un vero e proprio “percorso musicale” a più voci, attraverso il quale, con la partecipazione di quattro attori, due cantanti (una soprano e un baritono), una fanfara bersaglieresca e un coro, si ripercorreranno le diverse tappe, momenti e situazioni dell’”immane conflitto”, dal suo inizio fino alla sua conclusione”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi