Cerimonia del 4 novembre a Trieste con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: le foto

Trieste – La cerimonia ufficiale del 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, nel Centenario della fine della Grande Guerra, si svolge a Trieste alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto alla cerimonia celebrativa del centenario delle fine della Grande Guerra che ha avuto luogo in piazza Unità d’Italia a Trieste. Hanno preso la parola il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento del Presidente.

“Tenere viva la memoria dei caduti e delle sofferenze della popolazione civile di allora, come antidoto al rischio di nuove guerre”

“Da questa terra che ha vissuto tragedie immani – come quella delle foibe – desidero rivolgere, per concludere, un saluto speciale alle ragazze e ai ragazzi italiani, incoraggiandoli a tenere viva la memoria dei caduti e delle sofferenze della popolazione civile di allora, come antidoto al rischio di nuove guerre”. Ha detto Mattarella nel passaggio conclusivo del suo discorso.

“Quei momenti oscuri, il tempo e le sofferenze delle due guerre mondiali, a voi ragazzi – coetanei di tanti caduti di allora – sembrano molto lontani; remoti. Ma rammentate sempre che soltanto il vostro impegno per una memoria, attiva e vigile, del dolore e delle vittime di quei conflitti può consolidare e rendere sempre più irreversibili le scelte di pace, di libertà, di serena e rispettosa convivenza tra le persone e tra i popoli”.

Qui il testo integrale del discorso

La manifestazione a Trieste è stata caratterizzata da diversi momenti che hanno rievocato alcuni fatti significativi della fine della prima guerra mondiale: l’ingresso delle truppe italiane a Trieste e il sorvolo di un velivolo dell’epoca. In programma anche il lancio di paracadutisti con il vessillo Tricolore e la presenza di due unità navali della Marina Militare. Ha chiuso la cerimonia il passaggio delle Frecce Tricolori.

Ecco la galleria fotografica dell’evento, a cura di Stefano Savini (tutti i diritti riservati all’autore):

 

Prima della cerimonia Sergio Mattarella, accompagnato dal Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, e dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano, si è recato al Sacrario di Redipuglia dove ha reso omaggio ai Caduti.

Il Presidente Sergio Mattarella, nel Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, è al Sacrario di Redipuglia accolto da Elisabetta Trenta Ministro della Difesa-Rappresentante del Governo. (Foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

A Trieste la manifestazione rievocativa vede quasi 1000 uomini e donne delle Forze Armate e la presenza di ben 12 delegazioni straniere.

Presenti anche la nave da sbarco San Marco e la fregata Rizzo, i cavalli dei lancieri di Montebello e la rievocazione dello sbarco dei bersaglieri ciclisti, il sorvolo delle Frecce Tricolori e dell’aereo storico di Francesco Baracca.

Previsto anche l’atterraggio di un paracadutista militare che dal cielo porta in piazza Unità d’Italia una grande bandiera tricolore di circa 400 mq.

Si svolgono inoltre le esibizioni di un coro alpino, mentre l’inno nazionale è cantato dal trio “Il Volo”.

Gli spari a salve degli obici e gli onori finali alle truppe concludono la solenne cerimonia, che avrà la durata di circa un’ora e sarà trasmessa in diretta da Rai 2.

“U momento di grande emozione, di storia, rievocazione e cultura e per Trieste – ha detto il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza – anche grazie alla diretta Rai, c’è un’ulteriore occasione di grande e positiva visibilità. Chiedo scusa ai cittadini per qualche disagio legato alla viabilità e al traffico, ma il ritorno sarà sicuramente altissimo”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi