Carburanti agevolati, allo studio variazioni per il 2019: meno sconti per diesel

Trieste – La Regione sta valutando di modificare i parametri per l’assegnazione degli incentivi regionali per l’acquisto di benzina e gasolio per i trasporti.

Secondo quanto anticipato dall’assessore all’Ambiente ed Energia, Fabio Scoccimarro, la Regione sta valutando “un provvedimento che sancirà la riduzione delle agevolazioni sui carburanti per le automobili di lusso. Inoltre, dal prossimo anno vorremmo diminuire le agevolazioni per i veicoli alimentati a gasolio, la produzione dei quali dovrebbe essere sospesa nei prossimi anni”.

L’assessore ha spiegato che “i risparmi ottenuti da quest’operazione verranno utilizzati per incrementare i fondi destinati ai contributi per l’acquisto di auto ecologiche, in particolare elettriche o ibride, così da favorire la riduzione dell’inquinamento e incentivare lo sviluppo di una mentalità ecologica”.

Scoccimarro ha quindi chiarito che “non ci saranno invece modifiche delle agevolazioni basate sull’anno di immatricolazione dei veicoli, dato che la crisi economica ha contratto il potere di acquisto delle famiglie. Puntiamo, invece, a ridefinire la collaborazione con le Camere di commercio per la gestione dei servizi legati all’emissione della tessera digitale”.

Nulla cambia invece per quanto riguarda gli ultimi mesi del 2018. La Giunta ha deciso di prorogare per tre mesi, dal 1 ottobre al 31 dicembre 2018, gli incentivi regionali per l’acquisto di benzina e gasolio per veicoli in scadenza alla fine di settembre.

Gli sconti sono confermati: nella Zona 1, fascia a incentivo maggiorato riservata a comuni montani o parzialmente montani individuati come svantaggiati o parzialmente svantaggiati, il contributo è di 21 centesimi di euro per litro di benzina e 14 centesimi per litro di gasolio; nella Zona 2 – comuni a contributo base – la riduzione del prezzo è di 14 centesimi per litro di benzina e 9 centesimi sul gasolio.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi