Controlli dei Carabinieri sulle autocertificazioni dei vaccini obbligatori per frequentare le scuole

Trieste – Sono cominciati anche in Friuli Venezia Giulia i controlli dei Carabinieri del Nas di Udine sulle autocertificazioni presentate dalle famiglie in merito alle vaccinazioni obbligatorie per la frequenza nelle scuole.

I militari del Nucleo antisofisticazione stanno eseguendo verifiche a campione, essenzialmente in scuole dell’infanzia e delle primarie, di tutte le quattro province: Udine, Trieste, Gorizia e Pordenone.

Lo scopo dei controlli, decisi a livello nazionale, è la verifica della veridicità dell’autocertificazione prodotta.
Nei giorni scorsi, i dirigenti scolastici del Friuli Venezia Giulia avevano comunicato che i bambini delle scuole dell’infanzia che non sono in regola con le vaccinazioni “non possono accedere” ai loro istituti.

“Le famiglie sono state contattate” e coloro che hanno deciso di non regolarizzarsi “sono casi isolati”.

A meno di una settimana dall’inizio dell’anno scolastico in Fvg, la presidente dell’Associazione nazionale presidi del Fvg, Teresa Tassan Viol, ha detto che “durante l’estate le Aziende sanitarie hanno inviato alle scuole gli elenchi con i nominativi degli alunni, segnalando chi non era in regola con i vaccini o chi lo era solo parzialmente”.

“Penso che in Fvg i casi di genitori recidivi, che si trovano in condizione di non aver avviato alcun processo vaccinale, siano limitati. Speriamo di non dover ricorrere a scelte estreme; conto sul buon senso dei genitori, che vorranno evitare di esporre il proprio figlio piccolo ad una situazione di disagio e imbarazzo, cioè di vedersi respinto all’entrata”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi