Cordata Fincantieri – Impregilo consegna il progetto per il nuovo ponte Morandi

Monfalcone (Go) – Parlando a margine della cerimonia del taglio della lamiera con Msc a Monfalcone (Go), l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha così commentato la consegna del progetto per il nuovo ponte Morandi a Genova, avvenuta lunedì 26 novembre: “Noi abbiamo fatto il massimo, lo abbiamo fatto nello spirito di servizio per il paese. Lo facciamo con orgoglio” e se saremo scelti “ce la metteremo tutta”.

Le proposte depositate a Genova sono una decina. A breve si conoscerà l’esito.

“Facciamo gli scongiuri – ha aggiunto – ma se qualcosa accade nei territori in cui siamo presenti ci sentiamo in dovere di dare una mano”.

“Siamo in due, siamo noi e Salini Impregilo insieme con le migliori competenze italiane che collaboreranno con noi” ha confermato Giuseppe Bono nella medesima occasione. “Siamo due capofila” ha precisato.

Secondo quanto le fonti dell’azienda hanno comunicato alla stampa, la manifestazione di interesse presentata da Salini Impregilo insieme a Fincantieri per la ricostruzione del ponte prevede per l’esecuzione dei lavori 12 mesi dalla consegna delle aree, lavorando 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, e si basa sull’idea dell’architetto Renzo Piano. La manifestazione di interesse indica come progettista Italferr, società di ingegneria del Gruppo Fs.

Il progetto presentato da Salini Impregilo insieme a Fincantieri prevede un costo non ancora definito, ma di poco superiore ai 200 milioni: è quanto rende noto l’azienda, che precisa come sia Salini che Fincantieri non facciano questa operazione per business, ma per spirito di servizio.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi