Costa triestina, Bora a 100 kmh. Si spezza un grosso platano a Miramare: le foto

Trieste – L’attesa ondata di maltempo ha portato freddo intenso, temporali e Bora sulla costa triestina, con raffiche fino a 100 kmh che hanno provocato cadute di alberi e rami.

Un grosso platano si è spezzato di fronte alle scuderie del Castello di Miramare, finendo in parte a terra e in parte sul tetto di una delle sale dove è in corso la mostra sul Liberty; per fortuna non ci sono stati danni a persone e cose (nelle foto):

Le nevicate sono arrivate puntualmente imbiancando le Dolomiti, la Carnia e le Alpi Giulie sotto un manto che a Tarvisio ha raggiunto i 16 cm e 20 centimetri a Sella Nevea. La Carnia è imbiancata a partire dai 500-600 metri.

 

Webcam Lussari alle 14 del 13 novembre 2017

 

Le piogge abbondanti hanno provocato allagamenti sulle strade, complici le foglie cadute per il vento che si sono accumulate nei tombini.

Sono decine le richieste d’intervento ai vigili del fuoco, soprattutto a Trieste, per rami spezzati, infissi divelti, locali e strade invase dall’acqua.

Oltre una quarantina i volontari dei vari gruppi comunali di Protezione Civile. Alberi sono caduti a Frisanco, Forgaria, Sedegliano, Cavasso Nuovo, Faedis, Meduno, Attimis, Savogna, Brugnera, Taipana, Torreano, Vito D’Asio.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi