Falsi incidenti per frodare l’assicurazione, 18 indagati dalla Procura di Udine

Udine – La Procura di Udine ha iscritto 18 persone, provenienti dalla zona partenopea e vesuviana, nel registro degli indagati con l’accusa di aver organizzato falsi incidenti con danni a persone e cose, danneggiando attraverso tali comportamenti fraudolenti la compagnia assicuratrice Uniqa protezione Spa con sede legale in viale Venezia.

Per 16 di questi il giudice Andrea Odoardo Comez ha disposto il rinvio a giudizio: dovranno difendersi dalle accuse di fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona in concorso dinanzi al giudice monocratico Roberto Pecile nell’udienza del 10 novembre.

I fatti contestati nel fascicolo, aperto dal sostituto procuratore Paola De Franceschi, si riferiscono quasi tutti al 2011.

Numerosi gli incidenti contestati: tamponamenti, investimenti di pedone, urti di vetture in retromarcia e poi investimenti a motocicli, Ape car e svariati modelli di auto.

Tutti sinistri simulati, secondo la versione dell’accusa, con l’intento di ottenere indebiti risarcimenti dall’assicurazione.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi