Grande Guerra: il 24 ottobre è il centenario della battaglia di Caporetto. Eventi a Cividale

Gorizia – Oltre 12.000 morti, 30.000 feriti, 265.000 prigionieri e 500.000 profughi friulani e veneti, tra distruzioni, razzie e violenze dell’esercito austroungarico nei paesi semiabbandonati: fu questo il bilancio della dodicesima battaglia dell’Isonzo, tra il Regio Esercito italiano e le forze austro-ungariche e tedesche, nota come battaglia di Caporetto.

Oggi martedì 24 ottobre 2017 ricorre il centenario di quello che fu uno dei momenti cruciali per l’Italia durante la prima guerra mondiale, evento che viene ricordato come la più grave disfatta nella storia dell’esercito italiano.

Per dare un’idea del caos che seguì alla ritirata delle truppe italiane, inseguite dal nemico, ecco una testimonianza tratta dall’archivio di racconti raccolti dallo storico locale trevigiano Camillo Pavan negli anni Ottanta e Novanta (“In fuga dai tedeschi”, 2004): “Scappavano i feriti, gli ammalati. Non c’era alcun ordine. Sembravano mosche. Un finimondo. I carabinieri scappavano anche loro, o erano scappati prima. Arrivati nella località di un’ultima battaglia, i treni erano fermi; forme di formaggio venivano buttate a terra e spaccate. Anch’io mi gettai su uno di quei pezzi. Ognuno prendeva quello che riusciva. L’esercito italiano non esisteva più. Tutti sbandati, con un altro esercito che ci inseguiva”.

La ricorrenza viene celebrata con numerosi incontri e convegni in tutta la regione. In particolare il Comune di Cividale del Friuli è protagonista della ricorrenza con conferenze, mostre, passeggiate storiche e un grande evento il 27 ottobre con le commemorazioni del brillamento del Ponte del Diavolo e la lettura di alcuni passi del diario di Don Valentino Liva da parte di Luca Zingaretti.

Altri eventi collaterali si svolgono nelle Valli del Natisone, al confine con la Slovenia e la Valle dell’Isonzo, da dove partì l’offensiva austro-germanica il 24 ottobre 1917.

Un’analisi approfondita della dinamica della battaglia si può consultare sul sito Itinerari della Grande Guerra www.itinerarigrandeguerra.it

Programmi e orari degli eventi cividalesi su www.cividalegrandeguerra.it

(Foto: © Consorzio Culturale Monfalconese)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi