La Distilleria Nonino di Percoto vince il Wine Star Awards della rivista americana Wine Enthusiast

Udine – Il Palace of Fine Arts di San Francisco ospiterà la ventesima edizione del prestigioso Wine Enthusiast Wine Star Awards, il più importante premio internazionale nel mondo del vino e degli spiriti.

A rendere speciale questa cerimonia per l’Italia sarà la presenza della Distilleria Nonino di Percoto, prima azienda italiana a essere premiata nella sezione “Spirit Brand / Distiller of the Year 2019”.

La famiglia Nonino arriverà a San Francisco con la sua storia aziendale, assieme al Presidente della Giuria del Premio Nonino, il neuroscienziato professor Antonio Damasio, per ricevere il prestigioso premio.

La cerimonia californiana si terrà a fine gennaio e coinciderà come data con l’assegnazione del Premio Nonino, appuntamento che da sempre si tiene in Friuli l’ultimo sabato di gennaio alla presenza dell’intera famiglia.

Per questo motivo il Premio Nonino Quarantacinquesimo anno sarà assegnato il 30 gennaio 2021, presente la Giuria presieduta da Antonio Damasio e composta da Adonis, John Banville, Ulderico Bernardi, Peter Brook, Luca Cendali, Le Roy Ladurie, James Lovelock, Claudio Magris, Norman Manea ed Edgar Morin.

Il patrimonio culturale del Premio Nonino, costruito in tutti questi anni con grande passione, diventerà sempre più patrimonio di tutti inaugurando, inoltre, una serie di incontri internazionali con i Giurati e i Premiati degli anni presenti e passati, coinvolgendo anche le nuove generazioni nelle battaglie culturali e ambientali per cui è nato il Premio Nonino.

Con la famiglia Nonino sul palco dell’iconico Palace of Fine Arts di San Francisco ci saranno, tra gli altri premiati, il regista Francis Ford Coppola (“Lifetime Achievement Award” alla carriera) e il musicista Jon Bon Jovi (“Wine and Culture Award”).

Selezionando il meglio della produzione mondiale, quella “che calamita l’attenzione degli operatori e della stampa di tutti i continenti”, da una rosa di cinque finalisti, tra cui i prestigiosi brand Banks Rum Bacardi, Remy Martin, la Distilleria Charbay e Legent, la distilleria Nonino è stata proclamata vincitrice.

È la consacrazione di una sfida iniziata il 1° dicembre 1973, quando Benito e Giannola decisero, convinti della grande potenzialità della loro grappa, di puntare il loro impegno verso l’assoluta eccellenza, rivoluzionando il concetto comune tra i consumatori e cambiando l’immagine a un prodotto tradizionale, fino ad allora considerato “povero”, quasi un mezzo per riscaldare i contadini durante gli inverni rigidi del Nord Italia. Fu grazie ai coniugi Nonino, infatti, che la grappa raggiunse la qualità dei migliori distillati esteri e il prestigio che fino ad allora non le era stato riconosciuto dai consumatori italiani e stranieri.

Da Cenerentola a Regina nell’Olimpo delle grandi acquaviti del mondo! La motivazione del Premio “Spirit Brand / Distiller of the Year 2019” attribuisce alla famiglia Nonino “energia, coraggio, visione rivoluzionaria”, sottolinea la sua capacità di “ridisegnare un distillato tradizionale per l’era moderna”, “il suo continuo impegno verso l’eccellenza” basato sulla ricerca dell’innovazione, nel rispetto della cultura e dell’identità del territorio. È per questi meriti, dicono i giurati, che la grappa Nonino, da oltre quarant’anni presente sui mercati internazionali, rappresenta un’espressione del Best of made in Italy.

Il successo di questa sfida è già stato testimoniato da Wine Spectator, che nel dicembre 2000 scelse la Grappa Cru Monovitigno Picolit in apertura fra tutti i distillati del Mondo, dal Saturday Profile del The New York Times nel 2003, e nel gennaio 2017 dalla London School of Economics Business Review, con la pubblicazione “How to turn a product from Cinderella into a queen of the market”, come trasformare un prodotto da Cenerentola a regina del mercato.

Allora la prestigiosa rivista scrisse: “Giannola e la sua famiglia, grazie alla loro Grappa di Picolit, hanno creato una testa di ponte nella costosa categoria di alto status occupata dai distillati stranieri; altri produttori seguirono e, col tempo, si ribaltò tutto il significato della grappa nella società italiana. La grappa divenne ‘lo spirito nazionale’, a pari livello di whisky e cognac”, e portò in seguito alla creazione di nuovi straordinari prodotti come l’Amaro Nonino Quintessentia® e l’Aperitivo Nonino BotanicalDrink®.

MOTIVAZIONE PREMIO – Spirit Brand / Distiller of the Year – NONINO Conosciuta per le sue Grappe Monovitigno® di alta qualità create negli anni ’70, la distilleria della famiglia Nonino da sei generazioni in Friuli, negli ultimi anni ha iniziato a scuotere il mondo degli alcolici anche con il suo Amaro Nonino Quintessentia liquore agrodolce, con sentore di erbe aromatiche. Ha entusiasmato una nuova generazione di mixologist e consumatori di cocktail, insieme a coloro che lo sorseggiano liscio o con ghiaccio come digestivo tradizionale. Oggi, Nonino è gestito dalle tre figlie di Benito & Giannola Nonino, che recentemente hanno introdotto L’Aperitivo Nonino, una bevanda fresca e fruttata a base di uva, infusa di botaniche essicate.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi