La Sagra del Vino di Casarsa della Delizia insignita del Marchio Sagra di Qualità

Roma – La Sagra del Vino di Casarsa della Delizia, una delle manifestazioni enogastronomiche storiche del Friuli Venezia Giulia, ha ricevuto un importante attestato a livello nazionale.

A Roma, nella Sala Koch del Senato, la Sagra ha ricevuto il marchio “Sagra di Qualità” dell’Unpli, l’Unione nazionale Pro Loco d’Italia. Un riconoscimento esclusivo, che finora è stato assegnato a sole 49 realtà in tutta Italia.

Il presidente della Pro Casarsa della Delizia Antonio Tesolin lo ha ricevuto dalle mani di Antonino La Spina, presidente nazionale Unpli.

Presenti anche Ilaria Peloi, assessore alle politiche giovanili e attività produttive della Città di Casarsa, che insieme alla cantina La Delizia è protagonista ogni anno nell’organizzazione della Sagra insieme alla Pro Loco.

Presente pure la responsabile della segreteria dell’associazione Viviana Fabbro e il presidente deL Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione nazionale Pro loco d’Italia Valter Pezzarini.

Durante la cerimonia è giunto anche un saluto della presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati.

“Un grande onore – ha dichiarato Tesolin – per questo marchio che certifica come la nostra Sagra del Vino sia da sempre impegnata nella valorizzazione dei prodotti tipici legati ai territori, a partire dai vini spumanti, sempre più richiesti sia in Italia che all’estero, i quali sono al centro del nostro programma dei festeggiamenti. Ringraziamo l’Unpli nazionale per questa iniziativa che permette di mettere in luce quanto di positivo le Pro Loco facciano per le proprie comunità”.

“Il marchio “Sagra di qualità” punta ad esaltare e qualificare attività che si distinguono anche per i loro contenuti: dall’estrema genuinità dei prodotti, all’eco-sostenibilità, al pieno coinvolgimento delle attività economiche locali” ha sottolineato il presidente dell’Unpli, Antonino La Spina.

“Un premio attribuito non soltanto alla sagra – ha proseguito – che è un riconoscimento a tutta la comunità che si spende per organizzare al meglio queste manifestazioni: vere e proprio leve per la valorizzazione dei territori”.

“Da oltre 100 anni – ha concluso La Spina – le Pro Loco svolgono un’indispensabile opera di animazione territoriale che si tramuta in un insostituibile volano per tutto l’indotto a fronte delle difficoltà e delle enormi responsabilità che i nostri volontari si prendono pur di organizzare iniziative”.

Organizzazione degli eventi che è al centro del disegno di legge recentemente presentato depositato Senato, primo firmatario il sen. Antonio De Poli.

“Un disegno di legge in Senato per sburocratizzare e garantire maggiore efficienza a tutte le associazioni come ad esempio le Pro Loco che organizzano manifestazioni temporanee nel territorio”, ha affermato il sen. Antonio De Poli.

“La normativa attuale – ha proseguito – prevede che ci siano le stesse regole sia per la piccola sagra che per il grande concerto con migliaia e migliaia di partecipanti. Con questo ddl di cui sono primo firmatario noi intendiamo ridurre la burocrazia, pur mantenendo tutti i fattori legati alla sicurezza. È un disegno di legge che, peraltro, è stato firmato da tutti i rappresentanti delle forze politiche qui in Senato. Ci sono valori – ha concluso De Poli – che appartengono a tutti. Il mio auspicio è che su questo tema si possa presto raggiungere l’obiettivo”.

L’occasione è stata propizia per donare alle autorità presenti, tra le quali il senatore De Poli, i vini della Selezione di spumanti Filari di Bolle e annunciare le date della 72ma edizione della Sagra.

L’evento “si svolgerà – ha dichiarato il presidente della Pro Casarsa – dal 23 aprile al 4 maggio: 12 giorni di festa in cui non mancheranno approfondimenti culturali e sull’agricoltura, eventi sportivi e grandi occasioni di divertimento per tutte le età. In questi giorni ci riuniremo con il consiglio direttivo della Pro Loco per iniziare a definire il programma”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi