Niccolò Fabi incanta il Giovanni da Udine con inedite musicalità elettroniche

Udine – Niccolò Fabi era in scena martedì 7 gennaio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, con le canzoni di “Tradizione e Tradimento”, il nuovo album pubblicato l’11 ottobre 2019.

All’uscita del nuovo lavoro l’artista sta facendo seguire da fine novembre un tour nei principali teatri italiani. Quella a Udine era l’unica data in Friuli venezia Giulia.

Assai inedite le musicalità che Fabi esplora in questa raccolta, avventurandosi nel campo della strumentazione elettronica.

Una sperimentazione che ha catturato il pubblico – il teatro era strapieno – trascinandolo in un’atmosfera surreale e lievemente malinconica, complici gli splendidi testi di Fabi, che spaziano sui temi più controversi e sentiti dei nostri giorni.

L’autore ha proposto i brani della nuova hit: “Tradizione e tradimento”, la lirica che dà il titolo all’album; “Scotta”, “A prescindere da me”, “Amori con le ali”, “Io sono l’altro”, “I giorni dello smarrimento”, “Nel blu”, “Prima della tempesta”, “Migrazioni”.

 

A Udine, nell’ambito del Tour, era presente uno stand di Medici con l’Africa – Cuamm, organizzazione che il cantautore sostiene attivamente.

Il percorso musicale di Niccolò Fabi

Più di 80 canzoni, 8 dischi di inediti, 2 raccolte ufficiali, 1 progetto sperimentale come produttore, 1 disco di inediti con la super band FabiSilvestriGazzè, 2 Targhe Tenco per “Miglior Disco in Assoluto” (vinte per i suoi ultimi due album) e dopo 20 anni di musica Niccolò Fabi è oggi considerato uno dei più importanti cantautori italiani. Tanta musica nel percorso del cantautore, tanta sperimentazione e un avvicinamento sempre più evidente alla musica d’oltreoceano. È un percorso artistico incentrato sulla ricerca della libertà espressiva quello che in questi anni ha inseguito il cantautore romano e ne è dimostrazione il più recente “Una somma di piccole cose”.

Nel 1997, con “Capelli”, Fabi vince il Premio della Critica nelle Nuove Proposte al Festival di Sanremo e pubblica “Il Giardinere“. Nel 1998 presenta, sempre a Sanremo, “Lasciarsi un giorno a Roma” (singolo incluso nell’album omonimo “Niccolò Fabi“). Tra il 2000 e il 2006 pubblica “Sereno ad Ovest“, “La Cura del Tempo” e “Novo Mesto“, che contiene “Costruire”, diventata negli anni uno dei suoi brani più identificativi e più amati. 3 anni dopo pubblica “Solo un Uomo“.

Il 30 agosto 2010 organizza al Casale sul Treja, a Mazzano Romano, “Parole di Lulù”, la festa di compleanno per la figlia Olivia, scomparsa a seguito di una forma acuta di meningite, evento in cui vengono raccolti i fondi a favore di Medici con l’Africa CUAMM.

A novembre 2010 viene pubblicato il singolo “Parole Parole”, cantata da Niccolò Fabi con Mina. Nel 2012 pubblica “Ecco“, disco che vincerà la Targa Tenco come miglior disco in assoluto. Il 2014 e il 2015 sono gli anni di “FabiSilvestriGazzè“, 1 disco di inediti, 1 disco live, 1 tour europeo, 1 tour nei palazzetti, 1 Arena di Verona e un grande concerto conclusivo a Roma davanti a più di 20.000 persone. Pubblica ad aprile 2016 il nuovo disco “Una somma di piccole cose” a cui segue un tour di presentazione interamente sold out e che fa bissare a Niccolò la Targa Tenco come miglior disco in assoluto. Nel 2017 Niccolò Fabi festeggia i 20 anni di carriera pubblicando “Diventi Inventi 1997-2017” e con una grande festa al Palalottomatica di Roma.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi