Per non restare soli, il Festival è online: cultura e spettacolo organizzano eventi sui social

Pordenone – Nella circostanza della pandemia da coronavirus l’Organizzazione mondiale della Sanità ha dato alcuni consigli per affrontare con serenità la situazione: non informarsi troppo, farlo al massimo due volte al giorno, da fonti ufficiali.

Pensare ad altro. Questo fa bene a noi ma anche alle mille associazioni e organizzazioni di attività culturali, musicali e teatrali del territorio, che si stanno organizzando per offrire a lettori e spettatori momenti di condivisione servendosi della rete.

Mai come in questo giorni infatti Internet si sta rivelando una vera ancora di salvezza per continuare le attività di lavoro, studio e incontro: lezioni in videoconferenza, smart working, chat infinite per non sentirsi isolati.

Citiamo solo alcune delle iniziative sul nostro territorio.

Oltre al Festival musicale #andràtuttobene che coinvolge musicisti da tutta Europa, organizzato dal giovane violoncellista spilimberghese Riccardo Pes, il compositore di Pordenone Remo Anzovino terrà un concerto in streaming oggi 19 aprile alle 18 sul suo canale: https://www.facebook.com/remoanzovino

Da parte sua il festival letterario Pordenonelegge, in occasione del la giornata mondiale della poesia, il 21 aprile, propone uno “stand-up poetico” sui suoi canali social:

https://www.facebook.com/pordenonelegge.it/

La primavera poetica di pordenonelegge giunge al culmine della staffetta lanciata sul web e sui social sabato scorso, per offrire, attraverso #unapoesialgiorno, nuovi approdi di bellezza e resilienza.

Tra le iniziative più curiose, quella di una scuola di tango di Lubiana, che ha invitato gli appassionati a ballare a casa.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi