Pordenone Fiere approva il bilancio e guarda al futuro con ottimismo

Pordenone – I soci di Pordenone Fiere SpA, riuniti in assemblea, martedì 29 maggio hanno approvato il bilancio 2017, il rinnovo delle cariche e la modifica dello statuto della società.

Confermato il passivo che è tuttavia di soli -370.00 € ante imposte a chiusura del bilancio del 2017, anno in cui peraltrola Fiera non ha potuto contare sull’importante fatturato di Samuexpo, evento che è in programma ogni due anni.

Un lievissimo disavanzo dunque che fa ben sperare per il futuro, visto che riduce ad un terzo quello di due anni fa e segna l’inizio di un percorso virtuoso che punta al raggiungimento del pareggio già nel 2019.

Con la revisione dello statuto di Pordenone Fiere, approvato dall’assemblea straordinaria che ha preceduto quella ordinaria, sono state autorizzate importanti modifiche nella governance.

È stato recepito l’ingresso tra i soci di Pordenone Fiere dell’UTI Noncello che ha già rilevato ex legge le azioni della Provincia di Pordenone (12%) ed è in attesa di acquisire anche quelle della Provincia di Udine (27%).

Sempre in conformità con la revisione dello statuto e in un’ottica di risparmio dei costi, gli amministratori di Pordenone Fiere dovranno essere “da 4 a 6”. L’assemblea di martedì ne ha nominati 6, uno in meno della passata amministrazione, numero che dovrà essere ulteriormente ridotto con il passaggio delle quote dalla provincia di Udine all’UTI Noncello.

Riconfermati in questo ruolo tutti i consiglieri uscenti ad esclusione di Pietro Piccinetti, amministratore delegato dal 2013, che da un anno ha assunto l’incarico di Amministratore Unico della Fiera di Roma.

Questi i loro nomi: Pietro La Grassa, in rappresentanza dell’UTI Noncello, Silvano Pascolo, per la Camera di Commercio, Pierfrancesco Scatà, in rappresentanza della Provincia di Udine, Livia Brovedani in rappresentanza della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Michela Dolciotti e Renato Pujatti per il Comune di Pordenone.

Quest’ultimo è stato riconfermato presidente di Pordenone Fiere, ruolo che ha già ricoperto da agosto 2016.

L’assemblea ha anche nominato il collegio sindacale di Pordenone La prima riunione del consiglio di amministrazione in programma definirà le deleghe che quasi sicuramente faranno tutte capo a Pujatti che di fatto ricoprirà anche il ruolo di amministratore delegato e sarà scelto il suo vice.

“Abbiamo intrapreso un percorso virtuoso che attraverso risparmi e attente politiche di investimento sta facendo crescere la Fiera – il commento di Renato Pujatti – Parlando del futuro per abbiamo in previsione 5 milioni di euro di investimenti in lavori di ammodernamento del quartiere fieristico e il lancio di nuove manifestazioni. La fiera è in un momento di forte crescita come dimostrano anche le 7 nuove assunzioni fatte negli ultimi 2 anni. Se la fiera va bene a trarne vantaggio è tutto il tessuto economico che ci circonda – continua Pujatti – 300.000 visitatori e 4180 espositori sono i numeri stimati per il 2018 dell’importante movimento sul territorio realizzato dalle 31 manifestazioni in calendario: persone che attraverso la Fiera di Pordenone fanno crescere il loro business a vantaggio di un intero territorio”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi