Premio Luchetta del 25°: il 3 marzo scade il termine per inviare i reportage

Trieste – Scade il 3 marzo il termine del bando del Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta, riconoscimento riservato a giornalisti e fotoreporter che, con il loro lavoro, ogni anno sensibilizzano sulle violenze e sopraffazioni subite dalle vittime più indifese, i bambini.

Pochi giorni fa sono stati celebrati i 25 anni dalla strage di Mostar, avvenuta il 28 gennaio 1994, in cui persero la vita la vita a causa di una granata i giornalisti della troupe Rai inviata in Bosnia Marco Luchetta, Alessandro Sasha Ota e Dario D’Angelo,

Gli obiettivi e le finalità del Premio si coniugano con lo spirito umanitario che anima l’attività della Fondazione Luchetta, nata all’indomani della tragedia di Mostar e dei tragici fatti di Mogadiscio nei quali rimase ucciso il video operatore triestino Miran Hrovatin, inviato in Somalia con la giornalista Ilaria Alpi.

Da allora accogliere e curare i bambini provenienti da ogni parte del mondo e affetti da malattie non curabili nel loro Paese d’origine è la mission portante della Fondazione Luchetta.

L’edizione 2019 del Premio Luchetta è articolata in cinque categorie: tv news, tv reportage, carta stampata e web per testate italiane e straniere, fotografia.

Le opere in concorso devono essere state pubblicate o trasmesse su una testata giornalistica registrata, cartacea, televisiva o web. Potranno concorrere al Premio i lavori pubblicati, trasmessi o diffusi nel periodo compreso tra il 1° aprile 2018 e il 1° marzo 2019, pervenuti o caricati sul sito entro e non oltre domenica 3 marzo 2019.

La 16ª edizione avrà una giuria rinnovata e presieduta dal direttore di Rai News 24 Antonio Di Bella, della quale fanno parte fra gli altri i presidenti Fnsi Beppe Giulietti, Assostampa Fvg Carlo Muscatello e Ordine giornalisti Fvg Cristiano Degano.

La riunione è in programma nel mese di marzo. Subito dopo scatterà il conto alla rovescia per l’edizione 2019 di Link, Festival del buon giornalismo, in programma dal 25 al 28 aprile a Trieste, in piazza Unità d’Italia.

Saranno quattro giorni fitti di dialoghi e dirette costanti con la notizia, una grande officina del ‘buon giornalismo’ con novità editoriali, interviste d’autore, talk dedicati ai temi di attualità con i protagonisti dell’informazione del nostro tempo.

Sono oltre un centinaio i giornalisti insigniti del Premio Luchetta dal 2004 ad oggi e migliaia le corrispondenze pervenute da tutto il mondo. Fra i vincitori, grandi firme del giornalismo nazionale e internazionale. Senza dimenticare i grandi vincitori del Premio speciale Luchetta e del Premio Testimoni della Storia promosso con Crédit Agricole FriulAdria: fra gli altri Piero Angela, Margherita Hack, Francesco Tullio Altan, Lilli Gruber, Ferruccio de Bortoli, Corrado Formigli, Gianni Minà, Ezio Mauro, Simone Cristicchi, Vittorio Zucconi e Giulio Regeni, insignito nel 2016 del riconoscimento alla memoria consegnato alla famiglia Regeni.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi