Un corso di medicina tattica per gli steward urbani di Pordenone

Pordenone – Gli steward urbani di Pordenone con in testa il loro responsabile Gianbattista Boer hanno preso parte nei giorni scorsi ad un corso di base di medicina tattica offerto loro dalla Windrose Tactical Academy, azienda privata pordenonese, che si occupa di sicurezza a 360 gradi. Con loro anche alcuni elementi della Gis Sicurezza ed Investigazioni, altra realtà presente sul territorio pordenonese, che opera nello stesso settore. L’argomento principe del corso è stato il cosiddetto breeding control, ossia il controllo delle emorragie massive, che si rende necessario in caso di gravi infortuni potenzialmente mortali, derivanti da un incidente stradale, ma anche da un attacco terroristico o da un altro evento particolarmente violento. “Si tratta di un’attività pre ospedaliera, in attesa quindi di un intervento specifico da parte del personale sanitario, che spesso può risultare decisivo”, ha spiegato Gianluca Tiepolo, titolare della Windrose Tactical Academy, che ha sede nella zona industriale della Comina. Relatori del corso sono stati due operativi dei reparti speciali delle Forze Armate. “Un corso di perfezionamento e completamento molto interessante per i nostri stuart – ha spiegato Gianbattista Boer – tenuto in modo davvero efficace ed intellegibile con dimostrazioni pratiche e simulazioni da persone di grande esperienza e professionalità, con un background maturato in teatri operativi difficili”. “Siamo sempre disponibili a collaborare con gli steward di Pordenone – ha detto in conclusione Tiepolo – nel campo della sicurezza non si finisce mai di imparare e di aggiornarsi, visto l’evolversi repentino delle fonti di potenziale pericolo”. (Nella foto da sinistra: Gianbattista Boer e Gianluca Tiepolo)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi