Rugby, serie A. Udine si fa superare dal Brescia al photofinish

Udine – Udine si mangia le mani per l’ennesima domenica. Le vittorie sfumate di un soffio o le sconfitte rimediate contro squadre niente affatto superiori sono il leit motiv di questa difficile stagione. A Brescia il canovaccio è stato ancora una volta il medesimo. La squadra di Dwyer e Sironi ha chiuso il primo tempo in vantaggio ed in seguito è rimasta davanti nel punteggio fino ad un paio di minuti dalla fine, quando una dormita collettiva della linea arretrata ha consentito ai padroni di casa di marcare la meta del sorpasso.
E’ Flynn, schierato oggi nell’inedito ruolo di estremo, a dare fuoco alle polveri già al quarto minuto. Azione della linea e perfetto inserimento del full back neozelandese, che plana nell’area avversaria, consentendo anche la trasformazione di Bombonati. Ci vogliono 20 minuti per assistere alla reazione del Brescia, ma è un uno-due di quelli che fanno male: dopo una serie di penetrazioni e ruck è Bertè ad infilarsi nel pertugio giusto e a finire in meta; poi sul calcio d’inizio i lombardi risalgono subito il campo e, sugli sviluppi di una penaltouche, entrano in meta con il pacchetto. A segnare è il terza linea Gandolfi.
Sul finire della prima frazione Udine ottiene una meta tecnica, perché i biancoblù fanno crollare una rolling maul destinata alla loro area. I friulani chiudono quindi la prima frazione in vantaggio 14 a 12, grazie ad una mischia concreta (buono l’esordio della seconda linea Gustavo Torres, poi sostituito dal rientrante Enrico Macor) e ad una condotta brillante di tutta la squadra. Nella ripresa Brescia opera un altro sorpasso con Bertè (poi eletto man of the mathc) dalla piazzola, ma è poi Raffaele Picchietti ha riportare avanti i bianconeri schiacciando in meta sugli sviluppi dell’ennesimo rolling maul, innescato da touche. Sembra fatta, ma, allo scoccare del 38′, una bella azione dei trequarti di casa trova impreparati i pari ruolo friulani e manda in meta Mariani. E’ la marcatura dell’ennesimo sorpasso e del definitivo 20 a 19 per Brescia.
In C1 monologo dei Cadetti all’Otello Gerli : vincono con il Portogruaro con un eloquente 32 a 0 e guadagnano 5 punti pieni in classifica. Vittoria con il bonus anche dell’Under 18 in casa del Badia per 24 a 12, mentre l’Under 16, anch’essa al Rugby Stadium, deve cedere al Paese per 17 a 10. Sabato era toccato all’Under 14 incappare in una sconfitta pesante in casa del Junior Valsugana (78 a 5 per i patavini). Infine un’altra bella domenica per il minirugby, impegnato su due fronti, a Villorba e a Paese.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi