Rugby Sile, quinta stagione in C2 per gli “Arieti” della Bassa Pordenonese

Pasiano di Pordenone – Il Rugby Sile si appresta ad iniziare la sua quinta stagione consecutiva in serie C2 con le migliori intenzioni di ben figurare in questo torneo lungo e difficile. L’esordio sarà da brividi: domani, domenica 20 ottobre in casa del Pedemontana Livenza Polcenigo, squadra data da tutti come la favorita di questo girone, gestito dal Comitato Fir del Friuli Venezia Giulia. “Iniziamo subito con il derby e sarà un bel battesimo del fuoco ed un ottimo banco di prova – spiega Mario Ferraiulo, presidente e direttore tecnico del club della Bassa Pordenonese – non abbiamo particolari velleità di classifica, sarà un anno interlocutorio, nel quale cercheremo di consolidare il gruppo, magari togliendoci qualche soddisfazione”. La stagione passata fu un autentico calvario per gli “Arieti”, fiaccati da una sequela di infortuni (ben 14), che ridusse all’osso la rosa dei giocatori a disposizione. “Siamo in credito con la buona sorte – continua Ferraiuolo – l’auspicio è di non subire anche quest’anno una tale falcidia”.
La squadra ha iniziato la preparazione lo scorso 28 agosto, concentrandosi sulla tenuta atletica e sull’endurance, visto che molto spesso nello scorso torneo aveva manifestato un sensibile calo ri rendimento nell’ultimo quarto di gara. Nello staff tecnico, guidato dai riconfermati fratelli Walter e Gabriele Corsini, è entrato anche Michele D’Auria, giovane coach che fino all’anno scorso aveva lavorato nelle giovanili del Pordenone Rugby, desideroso di aumentare la propria esperienza confrontandosi ora con un campionato seniores. Tra i nuovi arrivi in rosa da segnalare in primis quello dell’italo rumeno Adrian Tureatca, terza linea di esperienza e di sostanza, che potrà dare un grande apporto alla mischia degli “Arieti”.
Nel frattempo il Rugby Sile e la gemella Azzano Decimo Rugby riprenderanno a breve un ciclo di interventi promozionali nelle scuole del territorio. “In primis andremo all’istituto comprensivo di Prata – racconta Ferraiuolo – poi a Villotta, Chions e Pravisdomini”. Nel minirugby continua la collaborazione con il Rugby San Vito, mentre crescono gli iscritti alla categoria Under 12. “L’obbiettivo – conclude – sarebbe quello di schierare il prossimo anno una formazione Under 14”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi