Saldi dal 1° luglio al 30 settembre in Friuli Venezia Giulia. Regole e precauzioni

Udine – Sono cominciati sabato 1° luglio i saldi di fine stagione estiva 2017 negli esercizi del Friuli Venezia Giulia. Si concluderanno il 30 settembre.

Le date erano state stabilite il 23 giugno dalla Giunta regionale su proposta del vicepresidente Sergio Bolzonello.

L’acquisto in periodi di svendite è regolamentato dal decreto legislativo nr 114/98, che ha riformato il settore commerciale stabilendo la libera circolazione delle merci, dettando i necessari requisiti di accesso all’attività commerciale, decidendo gli orari di apertura e chiusura dei negozi e fissando nell’articolo 15 del decreto le norme delle vendite straordinarie.

Con vendite straordinarie si intendono “le vendite di liquidazione, le vendite di fine stagione e le vendite promozionali nelle quali l’esercente dettagliante offre condizioni favorevoli, reali ed effettive, di acquisto dei propri prodotti”.

In particolare nel comma 3 dello stesso si specifica che le vendite straordinarie devono comprendere solo i prodotti della passata stagione, che se non venissero venduti entro un periodo limite andrebbero successivamente incontro a un notevole deprezzamento.

Inoltre l’art. 15 lascia a ogni singola regione italiana, nonché alle diverse associazioni di consumatori e di imprese, le modalità e le decisioni in merito all’organizzazione stessa e allo svolgimento delle svendite, senza dimenticare le informazioni dovute agli stessi consumatori che devono essere fornite in modo corretto e trasparente, e i periodi e la durata delle stesse svendite.

Le associazioni dei consumatori raccomandano di prendere alcune importanti precauzioni: la prima cosa importante da verificare è che durante i saldi sia ben esposto il prezzo di vendita iniziale non scontato, la percentuale dello sconto e quindi il prezzo finale del prodotto.

La merce acquistata in svendita si può sostituire, secondo il decreto legislativo del 2002.

Gli articoli che vengono proposti nei negozi durante l’intero periodo delle svendite devono effettivamente essere appartenuti alla collezione o alla stagione passata che sta finendo, e non devono essere dei fondi di magazzino, che invece devono essere venduti deprezzati di molto rispetto al prezzo iniziale.

Una particolare attenzione va prestata anche alle vetrine dei negozi, specialmente a quelle che vengono interamente coperte da cartelloni e pubblicità impedendo così la visione dei prodotti presenti nel negozio.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi