Scosse di terremoto in Carnia. La più forte, di magnitudo 3.8, avvertita fino a Udine e al Veneto

Udine – Uno sciame di scosse di terremoto, una più forte ed altre sei appena percettibili, si sono verificate la mattina di domenica 25 febbraio in Carnia, in alta Val Tagliamento, tra Forni di Sopra e Forni di Sotto.

La prima, di magnitudo 3.8, è stata registrata dal Centro di Ricerche sismologiche alle 9:16 poco a Nord Est della Val Settimana, nel cuore del Parco delle Dolomiti Friulane, a una profondità di 2 chilometri, molto superficiale quindi.

A questa ne sono seguite altre due di magnitudo 1.1 e 2.4 nei minuti successivi, con epicentro poco lontano.

Il primo sisma è stato avvertito distintamente in un’area molto estesa, fino in Veneto.

 Non si registrano né danni, né feriti, ma le scosse hanno causato paura nella popolazione. Decine sono state le telefonate giunte ai centralini delle Forze dell’ordine e dei centri di soccorso.

La scossa è stata avvertita distintamente a Udine, ma non vi è stato panico. Accertamenti sono in corso nell’area più vicina all’epicentro da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri di Tolmezzo; anche in questo caso, non si registrano né danni né feriti. Indagini in tal senso continuano nelle frazioni più isolate.

La zona interessata dal terremoto, un’area impervia e franosa, si trova pochi km a Nord della linea di faglia periadriatica Barcis-Staro Selo.

(Immagini: INGV)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi