Si chiude Pordenonelegge con i big: da Ilvo Diamanti al cardinale Scola passando per Lucarelli e Lino Guanciale

Pordenone – Pordenonelegge 2018 si avvia alle battute finali. Domenica 24 settembre, giornata conclusiva, vedrà numerose “star” letterarie e non solo.

Cominciando dalla fine, alle 21 si conclude con il politologo Ilvo Diamanti che presenta in dialogo con Fabio Bordignon, “Le divergenze parallele. Oggi l’Italia: politica, governo e società”, il nuovo saggio Laterza in uscita (sala Capitol alle 21).

Sempre alle 21, al Teatro Verdi, “Peccato mortale. Un’indagine del commissario De Luca”: incontro con Carlo Lucarelli, presenta Francesco Durante.

Mattina: Aldo Cazzullo presenta per la prima volta al festival “Giuro che non avrò più fame”: l’Italia, un paese da ricostruire, alle 11 in sala Capitol.

Anteprima internazionale per l“Asimmetria” di Lisa Halliday che firma il suo romanzo d’esordio e consegna ai lettori, in filigrana, una trama dal sapore autobiografico, schiudendo in filigrana l’incontro con Philip Roth e la loro “asimmetrica” storia d’amore. Con Caterina Bonvicini, alle 19 Auditorium Istituto Vendramini.

David Litt, a soli 24 anni incaricato di scrivere i discorsi di Obama, racconta la travolgente esperienza dei suoi 8 anni al fianco del presidente, ripercorsa nel libro “Grazie, Obama. I miei anni alla Casa Bianca” (HarperCollins). L’autore dialoga con Andrea Montanari, alle 17.30 presso lo Spazio Itas Incontra.

Sempre nel segno dell’attualità, pordenonelegge ripercorre un’altra eccezionale esperienza, quella di Mons. Paul Hinder, avamposto cattolico in terra d’Arabia: per la prima volta racconterà al pubblico il suo apostolato nel cuore dell’Islam, affidato alle pagine del libro “Vescovo in Arabia”. L’autore conversa con Lorenzo Fazzini, alle 16.30 Auditorium della Regione.

Javier Sierra, autore del best seller più venduto in queste settimane in Spagna, per la prima volta presenta in Italia il suo “Fuoco invisibile”, Premio Planeta 2017, in uscita per DeA Planeta Libri. L’autore dialoga con Luca Crovi alle 19 al Ridotto del Teatro Verdi. Andrés Barba, autore prediletto da Vargas Llosa, firma per La Nave di Teseo “Repubblica luminosa”, il romanzo in fase di traduzione in 18 Paesi che si misura con “l’altro”: 32 bambini aggressivi, indomabili e incomprensibili. L’autore, alle 15 Palazzo Montereale Mantica, insieme ad Alessandro Zaccuri.

Un’altra grande voce della letteratura spagnola contemporanea farà tappa a pordenonelegge domani alle 12 Palazzo Montereale Mantica: in dialogo con Alberto Garlini, Juan Francisco Ferrandiz, già incoronato come l“erede” di Ildefonso Falcones, ci porta ne “La terra maledetta” (Longanesi), il romanzo che racconta la nascita di una città, Barcellona, nel IX secolo come il Far West.

Pierre Lemaitre è particolarmente atteso con “I colori dell’incendio”, la seconda parte della trilogia del Novecento avviata con “Ci rivediamo lassù” che ha venduto un milione di copie nel mondo ed è stato tradotto in 26 lingue. Lo intervista, alle 15.30 Spazio Ascotrade, Paolo Di Paolo.

Anteprima anche per l’autore balcanico, Miljenko Jergovic, al festival con “Radio Wilimowski”, una storia di padri e di figli sullo sfondo della storica partita in cui il polacco Ernest Wilimowski segnò quattro gol al Brasile. Presenta il libro, in dialogo con Angelo Floramo, al Palazzo della Camera di Commercio – Sala Convegni, alle 11.30.

Alle 11 all’Auditorium della Regione, Alessandra Tedesco dialogherà con l’autrice statunitense Margaret George che torna con un nuovo romanzo storico – in anteprima a pordenonelegge – Nerone (Longanesi), non una semplice ricostruzione della vita pubblica e privata dell’imperatore romano, ma soprattutto lo sguardo sulla debolezza umana di fronte alla seduzione del potere.

Teologo, vescovo e cardinale, Angelo Scola si racconta per la prima volta in un’autobiografia che attraversa i grandi passaggi storici: Ho scommesso sulla libertà, alle 11.30 Piazza San Marco, incontro con S. Em. il Cardinale Angelo Scola e Luigi Geninazzi, presenta Alessandro Zaccuri.

In un incontro che domani vedrà protagonista anche l’attore Lino Guanciale (ore 17.30, Capitol), lo scrittore Paolo Di Paolo, intervistato da Paolo Antonio D’Andrea, racconterà quale sia stato il percorso creativo che lo ha portato a scrivere una riduzione teatrale de La classe operaia va in paradiso, il film rivoluzionario di Elio Petri. Lo spettacolo che ne è nato impegna Lino Guanciale nei panni di Lulù Massa e a pordenonelegge l’attore intercalerà i dialoghi dell’incontro con le sue letture.

Essere vegani è una filosofia di vita: incontro con Leonardo Caffo che presenta in anteprima “Vegan. Un manifesto filosofico”, alle 17 Palazzo della Provincia.

Il sequestro Moro con Marco Damilano, alle 11 nello Spazio Ascotrade; storie di presunti colpevoli al centro dell’incontro con Alberto Matano e Antonio Riccardi “Innocenti”, in sala Capitol alle 19; Lilli Gruber è attesa con una nuova prova d’autore, “Inganno”, alle 11.30 al Teatro Verdi, con Omar Monestier; Massimo Cirri conduce un incontro dedicato ai quattro decenni trascorsi dall’approvazione nel 1978 della legge 180, che sancisce la chiusura dei manicomi. Converseranno con lui, Piero Cipriano e Pier Aldo Rovatti, alle 12 Palazzo della Provincia.

Con Domenico De Masi e Bruno Ruffolo si parlerà del futuro del mondo del lavoro alle 12 Spazio ItasIncontra; della ricostruzione della storia tragica di una grande giornalista Daphne Caruana Galizia parlano Carlo Bonini e Giovanni Marzini nell’incontro delle 18.30 Spazio BBC Fvg; Michela Murgia racconta in compagnia di Chiara Valerio come è diventata femminista, l’incontro alle 17.30 Spazio Ascotrade; omaggio alla Carnia con Luigi Maieron, Toni Capuozzo e Mauro Corona, alle 19.30 Spazio ItasIncontra; Marco Balzano, autore di “Resta qui”, in dialogo con Leonardo Bizzaro alle 16.30 Spazio BCC Fvg; l’ultimo libro di Enrico Brizzi “Tu che sei di me la miglior parte”, l’autore in dialogo con Lorenzo Carpanè, alle 10.30 spazio ItasIncontra; Valentina Gasperet incontra Daria Bignardi e la sua ultima opera “Storia della mia ansia”, alle 16 Teatro Verdi; Valerio Massimo Manfredi ci parla del suo nuovo romanzo epico “Quinto comandamento” insieme a Padre Angelo Pansa, alle 16 Piazza San Marco.

A Pordenonelegge Poesia, non può mancare la “Gialla Oro” che al suo terzo anno consacra il nuovo spazio editoriale con quattro autori di grande rilievo nel panorama nazionale e internazionale, La presentazione dei quattro nuovi volumi di Tiziano Broggiato, Stefano Dal Bianco, Laura Pugno e Luìs Quintais, insieme a Gian Mario Villalta e Michelangelo Camelliti, curatori della Collana, alle 16.30 Libreria della Poesia Palazzo Gregoris.

Per le Parole del 68, domani alla Loggia del Municipio: Davide Rondoni per Desiderio (alle 10.30) e Maria Grazia Calandrone Realtà (17.30).

Kathleen Jamie, e la sua traduttrice Giorgia Sensi dialogheranno intorno alla prima traduzione dell’opera della poetessa scozzese in italiano: “La casa sull’albero”, alle 18 Libreria della Poesia Palazzo Gregoris.

Alle 15.30 Palazzo della Provincia, Laura Pagliara presenta con l’autore Vladimir Kantor “Il coccodrillo”, la tragedia esistenziale degli ultimi giorni di un intellettuale alcolizzato.

Un viaggio nei primi cinquant’anni della Barcolana, Mitja Gialuz, Federica Manzon e Alessandro Mezzena Lona autori di “Barcolana un mare di racconti”, alle 15,30 Urban Green.

L’omaggio a fumetti di Milo Manara a Caravaggio: Edoardo Vigna intervista il grande fumettista, alle 15.30 Sala Capitol.

Lella Costa converserà con Erika Maderna su “La medicina delle streghe”: un lavoro iniziato con il fortunato Medichesse e che Maderna prosegue oggi investigando il legame delle streghe con la medicina, l’immaginario storico, i miti e le biografie (alle 15.30 nello Spazio Itasincontra).

“L’intestino. Il sesto senso del nostro corpo”: Patrizio Roversi dialogherà – alle 12 nello Spazio BCC FVG – con il nutrizionista Pier Luigi Rossi, che attraverso il nuovo saggio Aboca “La felicità comincia con la natura dell’intestino” ci accompagna a riflettere sull’ “atto alimentare” come vitale rapporto fra intestino e cervello.

Per Parole in Scena, l’incontro con Argia Laurini Carrara, Eleonora Fuser e Claudia Contin Arlecchino: tre artiste impegnate insieme (ore 19, Convento di San Francesco) per metterà a confronto tre generazioni di donne che hanno interpretato ruoli maschili nella Commedia dell’Arte Contemporanea.

Domenica pomeriggio alle 16 in Piazzetta Cavour ecco pordenoneffettivamentelegge, i divertenti colpi di scena dei Papu in una lettura popolare di alcuni classici della letteratura comica, dove il pubblico non è solo il pubblico.

A Pordenonelegge Junior: per gli amanti dei racconti avventurosi ci sarà Geronimo Stilton, il topo più amato di tutti i tempi, con l’Undicesimo viaggio nel Regno della Fantasia, una sua nuova avventura in anteprima a pordenonelegge (alle 18 Auditorium Concordia). Insieme a Enrico Galiano, Dimitri Galli Rohl presenterà Il romanzo di Holly e Benji: è la prima volta che l’epopea dell’attaccante e il portiere resi celebri dall’omonima serie tv di culto degli anni Ottanta, viene raccontata in un romanzo (alle 17 Convento di San Francesco).

(Photo credits: Pordenonelegge/Cozzarin).

Print Friendly, PDF & Email

Condividi