Sostegno alla natalità: la Giunta allarga il nido gratuito a partire dal secondo figlio

Trieste – La Giunta regionale ha approvato nella seduta dello scorso 11 dicembre un emendamento alla legge di Stabilità che prevede un aumento dello stanziamento di bilancio che rende sostanzialmente gratuita, tramite un contributo fino a 600 euro, la frequenza degli asili nido per i figli successivi al primo a favore dei nuclei familiari con Isee fino a 50 mila euro.

Viene dunque allargato il contributo anche ai nuclei familiari del cosiddetto “ceto medio” fino ad oggi escluso dell’accesso all’abbattimento delle rette.

Al provvedimento sarà destinata “una somma che a regime vale 14 milioni di euro per ogni annualità, con la finalità di dare sostegno alle famiglie con più figli” – ha detto l’assessora regionale alle Finanze Barbara Zilli.

“Si tratta di una misura strutturale di sostegno alla natalità e che promuoverà anche la conciliazione tra maternità e lavoro dando sostegno alle famiglie della nostra regione: abbiamo dato attuazione a un punto cardine del programma della Giunta Fedriga” – ha concluso Zilli.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi