Tenta di violentare una ragazza che faceva jogging: arrestato un cittadino dominicano

Pordenone – È stato arrestato nel giro di 48 ore con l’accusa di violenza sessuale un cittadino 35enne di origine dominicana che lo scorso sabato 30 marzo ha tentato di usare violenza ad una ragazza nei pressi di Torre di Pordenone.

L’indagine lampo della Polizia ha consentito di risolvere il caso in tempi brevissimi, assicurando alla giustizia l’autore dell’aggressione.

Questi i fatti: verso le ore 09.30, una ragazza 27enne residente a Pordenone stava facendo jogging nel quartiere di Torre, quando all’improvviso è stata bloccata alle spalle da un uomo che l’ha sbattuta contro un muro iniziando a toglierle i vestiti.

Le grida di aiuto della ragazza hanno fatto abbaiare due cani che si trovavano in un giardino vicino, richiamando l’ attenzione di un passante che si è avveduto dell’aggressione. A questo punto il violentatore ha desistito e si è dato alla fuga per le vie cittadine.

Dato l’allarme, sul posto sono intervenute due Volanti della  Questura e due equipaggi della Squadra Mobile. Gli agenti hanno soccorso la ragazza che, nonostante lo stato di shock, ha fornito elementi utili ad individuare in modo inequivocabile l’aggressore.

Gli indizi hanno condotto gli agenti ad identificare l’autore della violenza in un cittadino dominicano, il quale si era reso irreperibile non rientrando nella propria abitazione.

È stata quindi redatta un’immediata informativa di reato alla Procura della Repubblica di Pordenone ed il Pubblico Ministero dott.ssa Maria Grazia Zaina nel pomeriggio di lunedì 1° aprile ha disposto il fermo di indiziato di delitto nei confronti dell’uomo in ordine al reato di tentata violenza sessuale.

Nella serata l’aggressore è stato rintracciato in città e quindi arrestato e condotto al carcere “Castello” di Pordenone.

L’uomo è risultato essere gravato da precedenti specifici a sfondo sessuale commessi ai danni di tre giovani donne sempre a Pordenone nell’anno 2015, tanto da venire anche condannato in via definitiva dal Tribunale di Pordenone a tre anni di reclusione.

Sempre nella giornata di ieri, prima che venisse associato alla locale Casa Circondariale, il Questore della Provincia di Pordenone dr. Marco Odorisio ha immediatamente disposto e notificato al fermato la revoca del permesso di soggiorno, in attuazione delle vigenti disposizioni di legge.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi