“Per strada” eco del capolavoro di Kerouack per la regia di Raphael Tobia Vogel al Rossetti

Trieste – Di “Per strada”, spettacolo di Francesco Brandi che da martedì 2 aprile sarà in scena alla Sala Bartoli per la stagione “Altri percorsi” del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, la stampa ha evidenziato e lodato unanimemente «l’inquieta e attraente la regia di Raphael Tobia Vogel, che immerge i turbamenti di due giovani d’ oggi in un quadro generazionale gelido e ovattato come la neve.

Il tema attorno al quale ruota lo spettacolo è un incontro fra due ragazzi estremamente diversi ma accomunati dalla difficoltà ad affrontare le rispettive ansie e sconfitte. “Per strada”, in cui si percepisce un’eco del capolavoro di Jack Kerouack, con linee efficaci e dure tratteggia dunque un affresco generazionale.
Il mondo preso in esame è quello dei trentenni, come sono i tre giovani artisti dal cui talento nasce la pièce.

Il testo è firmato da Francesco Brandi che unisce la formazione al Centro sperimentale di cinematografia di Roma, sotto la guida di Giancarlo Giannini, all’esperienza da ottimo attore, condivisa con Francesco Sferrazza Papa. Il terzo artista in campo, Raphael Tobia Vogel che viene invece dal mondo del cinema, dove ha lavorato con maestri quali Gabriele Salvatores e Pupi Avati.
A questo spettacolo – che segna per lui il debutto nel teatro – ha regalato una partitura espressiva che sgorga dall’incontro di linguaggi diversi, dove il teatro più puro (basato sulla perfetta intesa fra i due protagonisti, sui loro ritmati scambi di affondi e battute divertenti) si arricchisce di primi piani e campi lunghi, di spazi e atmosfere preziose propri di un esperto videomaker. Li si percepiscono nei momenti di scavo interiore, come anche nella connotazione dell’ambientazione: a partire dalla strada desolata e tormentata da una bufera di neve dove tutto ha inizio.

La neve rende impossibile sistemare le catene all’automobile e proseguire il viaggio in modo confortevole: ecco che i protagonisti, fino a un istante prima perfetti sconosciuti e molto distanti per formazione, provenienza e classe sociale, si trovano a condividere un percorso di grande senso esistenziale.

Lo spettacolo replica alla Sala Bartoli da stasera 2 al 7 aprile: di martedì e venerdì alle ore 19.30, di domenica alle ore 17 e nelle altre giornate alle ore 21.
I biglietti ancora disponibili si possono acquistare nei consueti punti vendita e circuiti oppure in internet accedendo direttamente dal sito del Teatro, www.ilrossetti.it. Per ogni informazione ci si può rivolgere al numero 040. 3593511.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi