Terza corsia A4, Autovie fa il punto. Da fine settembre chiusure notturne e restringimenti

Trieste – Il presidente di Autovie Venete Maurizio Castagna in sede di Consiglio di Amministrazione, svoltosi il 10 settembre a Trieste nella sede di via Locchi, ha fatto una panoramica sullo stato dell’arte delle opere in corso sulla rete autostradale: dal percorso della NewCo ai cantieri per la terza corsia, alla gestione del traffico estivo.

Castagna ha affermato che “per agevolare l’esodo estivo, abbiamo aperto un lungo tratto di terza corsia fra il nodo di Palmanova e l’area di servizio di Gonars alla fine di luglio, eliminando così la “strozzatura” che congestionava particolarmente il flusso dei mezzi. Una scelta vincente che ci ha permesso di gestire molto più agevolmente il traffico dell’esodo”.

Il presidente ha fatto notare, con soddisfazione, come durante i week end estivi, grazie al notevole sforzo organizzativo della Società, non si siano verificate situazioni di particolare criticità e anche gli incidenti siano stati pochi e di lieve entità.

Ha poi annunciato che nei prossimi mesi si concluderanno le fasi più complesse dell’intervento “quelle – ha chiarito – che comportano più disagio al traffico”.  “In programma ci sono ancora un paio di chiusure notturne – ha aggiunto Castagna – la prima questo fine settimana, chiusure indispensabili per completare alcuni vari e demolizioni”. Fra gli interventi più complessi e impegnativi, la “spinta” degli ultimi “scatolari” (manufatti cavi di cemento) che devono passare sotto la sede autostradale.

“Per questo particolare lavoro – ha chiarito – sarà necessario ridurre temporaneamente, ora che il traffico estivo si è esaurito – il tratto dal nodo di Palmanova a Gonars”. Durante il Consiglio sono stati anche approvati i bandi di gara per la manutenzione triennale (2019 – 2021) delle pavimentazioni autostradali sulla sinistra Tagliamento per un importo complessivo di 4 milioni 952 mila euro ed esaminata la procedura per la gara pubblica riguardante i contratti per la fornitura di energia elettrica per il 2020 e del gas metano per il periodo 1 ottobre 2019 – 30 settembre 2020.

Castagna in apertura del Consiglio aveva illustrato i contenuti delle due delibere del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) del 24 luglio 2019.

La prima riguardava la regolamentazione delle concessionarie nel periodo compreso fra la data di scadenza e quella di effettivo subentro del nuovo Concessionario.
La seconda era relativa all’approvazione  dello schema di accordo di cooperazione tra la Società Autostrade Alto Adriatico S.p.A e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per  la gestione delle tratte autostradali A4 Venezia Trieste, A23 Palmanova Udine A28 Portogruaro Conegliano, A57 Tangenziale di Mestre per la quota parte e A34 Villesse Gorizia.

“La prima delibera – ha rilevato Castagna – ha confermato, per Autovie, la validità delle specifiche pattuizioni convenzionali (atti integrativi e atti aggiuntivi) che disciplinano il periodo successivo alla scadenza (31 marzo 2017) della concessione, salvaguardando così tutti gli atti intercorsi dopo tale data e quindi consentendo di dare continuità ai lavori della terza corsia”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi