Il tour del PD “Destinazione Italia” riparte da Trieste e percorre il Friuli Venezia Giulia

Trieste – Il treno Intercity del Partito Democratico “Destinazione Italia” è ripartito da Trieste mercoledì 8 novembre dopo la parentesi americana del segretario nazionale Matteo Renzi, che ha partecipato a Chicago al primo Summit della Fondazione Obama ed ha incontrato la responsabile del dipartimento Italiani all’estero del PD Anna Grassellino.

A Trieste, che è la città del capogruppo del PD Ettore Rosato, Renzi ha partecipato ad un incontro presso l’Autorità di Sistema portuale dell’Alto Adriatico.

Quindi la partenza dal capoluogo per la prima tappa del secondo tour ferroviario, che si svolge tutta in Fvg.

A bordo dell’Intercity, oltre al segretario nazionale, ci sono tra gli altri Debora Serracchiani, Sergio Bolzonello, Ettore Rosato, la segretaria PD del Friuli Venezia Giulia Antonella Grim, il presidente regionale del partito Salvatore Spitaleri, il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, il capogruppo Diego Moretti, i quattro segretari provinciali Ressani, Cescutti, Caruso e Pascolat, parlamentari, assessori regionali Pd e una rappresentanza di giovani del PD.

Il PD regionale è alla vigilia dell’assemblea, che si svolgerà domenica 12 novembre a Udine. Tema caldo è la scelta del candidato presidente alle elezioni regionali che si terranno a giugno 2018.

Il viaggio da Trieste del treno PD è proseguito con la visita al Sacrario militare e al museo della Grande Guerra a Redipuglia (Go).

La terza fermata, nel primo pomeriggio, è stata Udine, con visita alla caserma Osoppo. Quindi Casarsa della Delizia, dove la delegazione PD ha reso omaggio alla tomba di Pier Paolo Pasolini.

Alle 17.30 fermata a San Giorgio della Richinvelda (Pn), con visita ai vivai cooperativi Rauscedo.

Il treno poi lascia il Friuli Venezia Giulia alla volta del Veneto.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi