Trieste, sperona e tampona l’auto della ex fidanzata: arrestato per stalking

Trieste – La Polizia di Stato di Trieste ha arrestato un uomo con l’accusa di stalking ed altri capi d’imputazione.

Qualche giorno fa una donna piangente aveva richiesto aiuto in strada, in via Palatucci a Trieste.

Gli agenti di Polizia, giunti sul posto, avevano trovato due persone – una donna ed un uomo – vicine a due autovetture, posizionate in mezzo alla strada. Una di queste bloccava la marcia dell’altro; la donna era piangente, mentre l’ uomo, visibilmente alterato, sostava poco distante con un mazzo di chiavi in mano.

Effettuati i primi accertamenti, la Polizia ha ricostruito l’evento delittuoso.

La signora C.D., 46 anni, aveva aderito all’invito del suo ex fidanzato. I due si erano incontrati poco prima in un bar della zona, per uno scambio di documentazione.

Le molestie dell’uomo sono iniziate già all’interno del bar per cui la donna, ingiuriata e minacciata, ritenendo la situazione oramai ingestibile e temendo per la sua incolumità, si è allontanata alla guida della propria auto, parcheggiata poco distante.

L’ex fidanzato, intenzionanto a non desistere dalla propria condotta persecutoria, si è messo alla guida della sua autovettura ed ha inseguito la donna, tamponando ed infine riuscendo a bloccarla con il proprio mezzo nella vicina via Palatucci; l’uomo ha continuato con le minacce e gli insulti, invitando la donna ad aprire la portiera chiusa dall’interno; in questa fase concitata, l’uomo è riuscito a introdursi nel mezzo e ad appropriarsi delle chiavi di accensione, per impedirle la marcia.

Il sopraggiungere degli agenti di Polizia, che hanno constatato le posizioni dei mezzi e la presenza sul posto dell’uomo, che aveva ancora in mano le chiavi, ha scongiurato il peggiorare della situazione.

Nel corso degli accertamenti, la vittima ha riferito di analoghi comportamenti del suo ex, iniziati già due anni fa al termine della loro relazione sentimentale; infatti, nel febbraio del 2017, a seguito del perdurare di atti considerati persecutori nei suoi confronti, la donna aveva sporto formale denuncia/querela presso la Stazione dei Carbinieri di Borgo San Sergio.

Per quanto sopra, lo stalker, G.P. el sue iniziali, è stato indagato in stato di arresto in ordine ai reati di atti persecutori con aggravanti, violenza privata e oltraggio a pubblico ufficiale (artt. 612 bis, 610 e 341 bis del Codice penale).

L’autorità giudiziaria ha decretato gli arresti domiciliari per l’uomo presso la sua abitazione triestina.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi