Trovato morto l’escursionista maniaghese disperso da Pasquetta

Pordenone – L’escursionista friulano che da Pasquetta era disperso sulle Dolomiti è stato ritrovato privo di vita in una zona molto impervia a 1.700 metri di quota lungo le pendici del monte Castello, in comune di Andreis (Pordenone).

L’avvistamento del corpo è stato effettuato nel tardo pomeriggio di giovedì 25 aprile dai tecnici del Soccorso alpino del Friuli Venezia Giulia che si trovavano a bordo dell’elicottero della Protezione civile.

Nei giorni precedenti l’intervento del velivolo non era stato possibile a causa del maltempo.

L’escursionista – 48 anni, di Maniago (Pordenone) – è scivolato in un’area impossibile da raggiungere via terra.

Hanno partecipato alle ricerche più di ottanta persone di cui 60 tecnici del Soccorso alpino e speleologico, assieme a Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Corpo Forestale regionale e due Unità Cinofile.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi