Un’altra giornata da incubo sull’A4. Traffico di mezzi pesanti da Est in aumento

Palmanova – Lunghe code anche nella mattinata del 3 ottobre in A4, nel tratto compreso fra Villesse e San Giorgio di Nogaro, dovute ad un accumulo di mezzi pesanti.

Il traffico, molto intenso già da ieri, non è diminuito nemmeno durante la notte e nel corso della mattinata è cresciuto ulteriormente.

Si tratta, per la maggior parte di mezzi pesanti in arrivo da oltreconfine che transitano lungo la A23 in direzione nodo di Palmanova e lungo la A4 provenienti da Trieste.

I due flussi, arrivati all’altezza dell’interconnessione fra A4 e A23 rallentano ulteriormente per immettersi nella A4 in direzione Venezia.

Il flusso di mezzi pesanti è in costante crescita: nel periodo gennaio agosto, i transiti sono passati da 7 milioni 897 mila 745 del 2016 agli 8 milioni 415 mila 403, con un incremento del 6,55%, il che significa circa 3 mila e 500 mezzi pesanti in più al giorno.

Diversa, rispetto al passato, anche la distribuzione del carico di traffico sui diversi giorni della settimana.

Se fino a qualche tempo fa i giorni a maggior flusso erano il lunedì e il venerdi, ora si è aggiunto anche il martedì, e questo indica che si tratta di mezzi provenienti da più lontano.

Dopo la domenica festiva, infatti, chi parte da Austria o Germania arriva sulla rete di Autovie il lunedì, mentre chi parte dal Centro ed Est Europa arriva il martedì.

Il 3 ottobre, poi, in Germania è giornata festiva, quindi molti vettori sono partiti prima del blocco alla circolazione e questo spiega l’elevato numero di transiti che hanno caratterizzato la notte appena trascorsa.

A metà giornata si segnalavano 7 chilometri di coda fra Villesse e Portogruaro, 1 km in A23 direzione nodo di Palmanova e 2 chilometri in entrata alla barriera di Trieste Lisert.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi