Unesco Cities Marathon: sul podio due italiani. 1500 gli atleti partecipanti

Aquileia (Ud) – Saverio Giardiello (Montemiletto Team Runners) e Manuela Rebuzzi (Atl. Reggio) hanno vestito del tricolore il podio della Unesco Cities Marathon che è tornata a crescere nei numeri: circa 1500 gli atleti complessivamente in gara tra podisti e pattinatori.

Non succedeva dal 2013, edizione inaugurale dell’Unesco Cities Marathon, che due italiani salissero sul podio. Quell’anno trionfarono Ruggero Pertile ed Elisa Stefani.

Giardiello, trentaseienne avellinese, maresciallo dell’Esercito, al primo successo in una maratona internazionale della carriera, è giunto al traguardo in 2h35’17”, precedendo lo sloveno Martin Ocepek (2h36’58”) e il sudafricano Jaco Smith (2h38’49”).

“Era la mia terza partecipazione all’Unesco Cities Marathon, dopo il nono posto del 2013 e il quarto del 2014 – ha commentato il vincitore -. Questa notte ho sognato che perdevo la maratona in volata, così ho provato a fare la selezione sin dai primi chilometri e al 24° mi sono trovato da solo”.

Giardiello è transitato alla mezza maratona in 1h15’26”, in compagnia di Matteo Redolfi (Atl. Aviano). Nella seconda parte di gara, il pordenonese è stato però frenato da problemi muscolari e si è dovuto accontentare del quinto posto in 2h46’55”, bissando comunque il titolo friulano assoluto vinto l’anno scorso.

Manuela Rebuzzi, trentatreenne mantovana d’adozione emiliana, ha limato qualche manciata di secondi al personale, chiudendo in 3h13’54”.

Con lei, sul podio, Federica Bongiovanni (Marathon Cremona/3h15’14”) e Milena Grion (Tre Casali San Cesario/3h18’55”).

Campionessa friulana assoluta, la cinquantaseienne udinese Anna Parrella (Atl. Buja/3h27’52”).

Con Leonardo Cenci, primo italiano malato a cancro a correre la maratona di New York, impegnato sulla distanza ridotta della Iulia Augusta Run, da ricordare la bella prestazione del triestino Giacomo Goina, arrivato al traguardo in 3h13’29”.

Il 17 aprile partirà da Trieste per correre 42 maratone in altrettanti giorni. Traguardo ad Atene. L’Unesco Cities Marathon è stato un ottimo allenamento.

Per tutti, una giornata di festa lungo le strade della Storia, tra Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia. Con chiosa finale dell’assessore regionale, Mariagrazia Santoro: “Sono doppiamente felice come assessore e presidente della Fondazione Dolomiti Unesco. Questa è la festa nazionale dei siti Unesco: una perfetta unione di sport, cultura e paesaggio. Invito tutti i siti Unesco a venire in Friuli il prossimo anno per partecipare con un proprio rappresentante ad una corsa verso il futuro”. Appuntamento al 25 marzo 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi