Un video per Leonor Fini realizzato dagli studenti della Scuola “G.Corsi”

Trieste – Domani martedì, 28 marzo 2017, ore 17.30 nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Via Commerciale, e classi II C e II E della scuola “G. Corsi”, in collaborazione con la Biblioteca Leonor Fini dell’I.C. di Via Commerciale, presentano il video su Leonor Fini che cento anni fa frequentava la stessa scuola.

Video liberamente ispirato al libro di Corrado Premuda “Un pittore di nome Leonor” (Editoriale Scienza, 2015). Progetto pedagogico di Elisabetta Gustini, con l’amichevole partecipazione di Corrado Premuda. Coordinamento della produzione: Marianna D’Aniello e Paola Tamborini. Regia video di Massimiliano Baglio.

Il Progetto Teatro e Multimedialità della Scuola “G. Corsi”, coordinato da Elisabetta Gustini dal 2007, intende promuovere la sinergia tra scuola e strutture culturali e della ricerca presenti sul territorio. Le performance presentate in accordo con gli enti locali, luoghi pubblici, musei, università, sono strettamente connesse con il tessuto storico, sociale e culturale della città in un’ottica di reinvenzione degli spazi e di apertura della scuola a esperienze semi-professionali che possano far interagire i ragazzi e il pubblico in attività di riscoperta delle potenzialità della nostra città.

In particolare, il video “Leonor e noi…” ideato da Elisabetta Gustini con la regia di Massimiliano Baglio e con l’amichevole partecipazione dell’autore del libro Corrado Premuda, che ha partecipato alle riprese del video nei momenti in cui i ragazzi si confrontano ed espongono le loro idee e le loro opinioni, intende far dialogare la scuola con le realtà culturali più stimolanti e significative, in modo attivo e produttivo, in un’ottica formativa, educativa e pedagogica.

Questo video sulla vita della pittrice Leonor Fini, infatti, è un lavoro collettivo che mette in luce interessanti aspetti della personalità della straordinaria artista a cui è stata intitolata la biblioteca dell’Istituto Comprensivo di “Via Commerciale” in quanto Leonor frequentava la scuola da ragazzina.

Partendo dalla domanda “Chi è Leonor Fini?” e spinti dalla curiosità, gli alunni delle classi IIC e IIE, con le loro insegnanti Marianna D’Aniello e Paola Tamborini hanno letto il testo di Corrado Premuda “Un pittore di nome Leonor”.

La lettura ha accompagnato i ragazzi nella piacevole scoperta dell’infanzia e della giovinezza di quest’artista, nata in Argentina e vissuta nella Trieste cosmopolita del primo Novecento, un grande talento, una figlia difficile, un’alunna ribelle, amante dei gatti, ma soprattutto una persona disposta a mascherarsi pur di perseguire i propri scopi, pur di superare i pregiudizi verso le donne.

Incontrare Leonor ha suscitato molti spunti di riflessione, da cui poi sono scaturiti interessanti discussioni su alcune questioni molto attuali e molto vicine al mondo degli adolescenti: le regole e la scuola; la maschera, la fotografia e la rappresentazione di sé, chi può definirsi un artista, come lo si diventa. Il tutto raccolto ed elaborato in un video.

Attraverso il personaggio di Leonor Fini, i ragazzi hanno potuto cogliere il difficile rapporto tra l’artista, la persona con talento, e la società con le sue convenzioni e i suoi pregiudizi.

Nella foto: i ragazzi protagonisti del video.

[Serenella Dorigo]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi