Anticipazioni della prossima Stagione teatrale per il Politeama Rossetti

Trieste – Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ha rivelato in anteprima ben 12 titoli della Stagione 2018-2019 che si aprirà il prossimo 16 ottobre. Ad inaugurare la stagione sono “I Miserabili” di Victor Hugo con Franco Branciaroli, diretto da Franco Però ma anche altri due grandi spettacoli sono prodotti dallo Stabile: “Un momento difficile” di Furio Bordon con Massimo Dapporto e Ariella Reggio e “Salomé” di Wilde diretto da Luca De Fusco. Si prosegue su filoni importanti: la ricerca e la nuova drammaturgia, con Pippo Delbono e Carrozzeria Orfeo, il tema dello sport con il nuovo monologo di Federico Buffa, l’autore contemporaneo con Eric Emmanuel Schmitt e “La classe operaia va in Paradiso”. Di assoluto rilievo gli eventi internazionali con il musical “Ghost” a Trieste in edizione originale e in esclusiva per l’Italia.
A dare questa preziosa serie di anticipazioni, la conferenza stampa che si è tenuta dal Presidente Sergio Pacor e dal direttore Franco Però giovedì 19 luglio al Café Rossetti e a cui hanno partecipato anche alcuni protagonisti del cartellone: Ariella Reggio, Lino Guanciale, gli attori della Compagnia Stabile.

Fin da questo interessante “assaggio”, risultano chiare alcune linee lungo le quali si svilupperà la Stagione, articolata come sempre nei cartelloni Prosa, Altri Percorsi, Danza e Musical ed Eventi, ricca di induzioni, linguaggi, contaminazioni.
Nell’attività dello Stabile rimane centrale e ricca di progetti la produzione, è evidente la rilevanza della prosa, e appare fondamentale nella linea artistica la qualità di tutte le proposte ospiti e degli artisti coinvolti. Si prosegue inoltre lungo itinerari già avviati: l’attenzione ai linguaggi della ricerca, alle potenzialità del territorio, alla drammaturgia contemporanea, ad argomenti capaci di attrarre l’interesse di fasce di pubblico nuove (si sviluppa ulteriormente la discussione sullo sport, non mancherà il filone scientifico, si dedica molta attenzione ai giovani). Si continua infine ad investire, con risultati degni di nota, sul dialogo con l’Europa e le realtà produttive internazionali, come dimostrano interessanti presenze nei cartelloni di Musical e Danza.

Pippo Delbono con il suo ultimo capolavoro “La Gioia” esprime, nell’ambito del cartellone Altri percorsi, la continuità nel assicurare spazio e attenzione ai linguaggi della ricerca, declinati secondo le più diverse sensibilità artistiche. “La Gioia” è un’opera d’arte “totale” come sempre nella poetica di Delbono, che più che mai qui rende lo spettatore parte integrante di un’esperienza ogni sera diversa, composta da un mosaico di visioni che mirano ad avvicinarsi alla Gioia. La si intuisce allora attraverso il circo, la danza, o quadri dinamici che l’artista compone con i suoi attori.

I cartelloni dedicati a Musical e Danza sono quelli che esprimono con più forza il lavoro di rapporti e confronti con il panorama internazionale, altro fronte su cui lo Stabile regionale s’impegna costantemente.
Ne è prova “Ghost – The Musical”, evento che il Politeama Rossetti ospita nell’edizione originale inglese per l’UK Tour, in prima nazionale e in esclusiva per l’Italia.

Per la Danza solo una “primizia” ma di grande rilevanza: ritornano i Momix. Una delle compagnie di danza contemporanea più celebri e amate al mondo, sempre originale e ispirata grazie al visionario Moses Pendleton, che ne è il fondatore e il coreografo. I Momix presentano “Alice Alice Alice” spettacolo che avrà a Roma il prossimo febbraio il suo debutto assoluto. Danzatori incredibilmente dotati e precisi, i Momix trasformano il loro corpi per dare sostanza alla fantasia: nessuna poetica è più adatta, per avventurarsi nel mondo immaginifico di “Alice nel paese delle meraviglie”, da cui Pendleton trarrà ispirazione.

È già stato annunciato fuori abbonamento ed è in prevendita ALIS de Le Cirque World’s Top Performers che sarà l’evento di fine anno, con i massimi artisti internazionali del Cirque du Soleil e del Circo contemporaneo.
Salomè di Oscar Wilde con Eros Pagni e Gaia Aprea, regia Luca De Fusco (coproduzione del Teatri Stabile Fvg)

Per tutte le ulteriori informazioni e l’inizio della campagna abbonamenti, diamo appuntamento all’inizio di settembre.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi