Arresto con inseguimento al confine italo-sloveno. Tre giovani spacciatori in manette

Trieste – Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope e resistenza a un pubblico ufficiale: questi i reati contestati a tre giovani arrestati nella serata del 15 gennaio u.s. dagli agenti del Settore Polizia di Frontiera di Trieste.

Si tratta di un 28enne cittadino sloveno e di due 25enni triestini, A.J., P.G.F. e S.P. le loro iniziali, attualmente nel carcere locale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Gli sono stati sequestrati 250 grammi circa di marijuana e l’autovettura con targa slovena su cui viaggiavano.

L’arresto è avvenuto dopo un breve inseguimento iniziato al valico di Rabuiese, dove l’auto con i tre giovani a bordo era arrivata dalla Slovenia a velocità sostenuta: ciò ha insospettito una pattuglia della Polizia di Frontiera impegnata nelle attività di contrasto alla criminalità transfrontaliera.

Alla vista della polizia, il conducente dell’autovettura slovena ha aumentato la velocità e, ignorando l’alt intimato dai poliziotti, continuava la corsa con manovre azzardate.

Durante la fuga, uno dei passeggeri ha gettato dal finestrino due barattoli di vetro contenenti la sostanza stupefacente, mentre un terzo è stato rinvenuto all’interno del veicolo al termine dell’inseguimento.

Quest’ultimo si è concluso nel Comune di San Dorligo della Valle, dove sono intervenute, in ausilio alla Polizia di Frontiera, la Squadra Mobile della locale Questura e la Volante del Commissariato di Muggia.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi