Concorso renga e baccalà. Sul podio lo chef della Catina

Pordenone – Lo chef Carlo Nappo del ristorante Alla Catina di Pordenone è il vincitore assoluto della seconda edizione del concorso “La renga e il baccalà tra Livenza e Tagliamento”, competizione promossa dall’Ascom-Confcommercio di Pordenone  (coordinamento di Sergio Lucchetta) e di Portogruaro-Bibione-Caorle con la Fipe, e Proloco di Concordia Sagittaria con l’obiettivo di recuperare le tradizioni culinarie di un tempo.

Nappo, che ha ottenuto il punteggio massimo nelle due gare svoltesi a Concordia e Pordenone, si è aggiudicato anche il premio per il miglior piatto di baccalà preparato sui fornelli del ristorante Alle Grazie di Pordenone che ha ospitato, nei giorni scorsi, la gara dove si sono sfidati a colpi di baccalà sei chef (3 contro 3) in rappresentanza dei ristoranti Hostaria Da Fanio, trattoria Al Confin e Bistrot Altamarea di Concordia Sagittaria e Al Gallo, Alla Catina e Prosciutteria Martin dok dall’Ava per la città del Noncello.

Strepitoso il piatto confezionato, anche alla prima vista dei cinque giurati, dallo chef  Carlo Nappo, che ha lavorato il merluzzo in ben tre cotture, utilizzando anche parti di scarto come la pelle, abbinandolo a un Pinot grigio dell’azienda San Simone.

Un piatto che di fatto ha valorizzato appieno i prodotti del territorio come le patate di Ovoledo e lo zafferano. La giuria (presidente Gabriele Giuga con Luca Faraon  e Leonardo Costa per Concordia, Manlio Signora e Alberto Marchiori per Pordenone)  ha poi classificato al secondo e terzo posto due locali del capoluogo: rispettivamente Al Gallo dello chef Andrea Spina (vino abbinato al piatto un Malvasia azienda Borgo delle oche) e Prosciutteria Martin con chef Pietro Santarossa che, per il vino, un uvaggio, ha scelto “Il Pordenone”.

Al vincitore è stata consegnata un’opera grafica della città di Concordia Sagittaria e una targa con i simboli dei due Comuni lambiti dai fiumi Lemene e Noncello.

Nella foto la premiazione.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi