Due anziani alpinisti sono morti su una via ferrata a pochi chilometri da Trieste

Trieste – Due anziani alpinisti sono morti mercoledì 3 agosto sulla ferrata “Rose d’Inverno” in Val Rosandra, a pochi chilometri da Trieste. Le vittime sono Roberto Nardini, 84 anni, e Giorgio Peressoni, 79 anni.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti da parte del Soccorso Alpini, sarebbero deceduti cercando di aiutarsi in parete, probabilmente in seguito a un malore l’uno e allo sforzo di aiutare l’amico, l’altro.

I due sono stati trovati privi di vita in tarda serata, ancora appesi in parete. Il caldo torrido potrebbe essere stato una delle concause del tragico epilogo.

Dai primi rilievi, non sembrerebbe che gli escursionisti siano rimasti coinvolti in cadute contro le rocce. Pare invece che il capocordata abbia perso l’appiglio e trascinato in basso anche il compagno, che era legato con lui.

Da quel momento la coppia non sarebbe più riuscita ad avvicinarsi alla parete per cercare di mettersi in salvo.

L’allarme era scattato in serata, quando la moglie di uno dei due escursionisti aveva lanciato l’allarme non vedendo rientrare il marito.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi