Gli abeti del FVG abbattuti da Vaia nella scenografia de “Le Troiane” di Euripide a Siracusa

Udine – Gli abeti rossi del Friuli Venezia Giulia, abbattuti dalla tempesta Vaia che nell’ottobre 2018 ha colpito i boschi del Nord Est, rinascono sulla scena de “Le Troiane” al 55° Festival del Teatro greco di Siracusa in scena dal 10 maggio.

L’Amministrazione regionale, in collaborazione con il Consorzio Innova FVG di Amaro (Ud) infatti è presente a Siracusa per allestire la scenografia della tragedia di Euripide, che narra della malasorte delle donne troiane prigioniere, rese schiave e soggiogate dai greci vincitori della guerra di Troia.

Il progetto scenico, pensato dall’architetto milanese Stefano Boeri per il Teatro di Siracusa, dove verrà messo in scena lo spettacolo tra il 10 maggio e il 23 giugno, porta in Sicilia molti degli abeti rossi schiantati dalla tempesta, che qui si fondono con un luogo di valore architettonico inestimabile.

Spiega Boeri: “Quello sciame di alberi schiantati, una volta trasportato a Siracusa e portato sul palcoscenico, percorso dai corpi e dalle voci delle donne troiane disperate e furiose, è diventato un bosco senza vita di colonne lignee: eretto, seppur impietosamente decimato. Nobile e ordinato, seppure destinato ad una nuova vita nelle falegnamerie siciliane”.

“La verità – prosegue l’architetto – è che oggi una tragedia che viene dalle profondità del tempo non smette di ricordarci le follie degli uomini; e che questa tragedia viene messa in scena forse nel primo momento nella storia dell’umanità in cui i tempi lunghissimi di evoluzione del pianeta sembrano coincidere con le nostre scelte quotidiane e metterci di fronte alle nostre responsabilità di distruttori di equilibri naturali”.

Conclude Boeri: “Il viaggio, l’ultimo, degli alberi schiantati dalle foreste della Carnia ai boschi siciliani; il ponte simbolico, appena nato, tra i forestali friulani e isolani; il coinvolgimento del pubblico per creare un nuovo bosco dedicato alle protagoniste della tragedia di Euripide, sono anche un segno di speranza; o quantomeno di consapevolezza della nostra perdurante sordità di fronte alle voci che ci arrivano da una tragedia messa in scena, la prima volta, 2500 anni fa”.

Il Consorzio Innova FVG ha individuato le competenze presenti sul territorio regionale, coordinate dal Consorzio dei Boschi Carnici nelle attività di recupero del materiale legnoso, cogliendo l’opportunità per la Regione di partecipare ad un evento di grandissimo spessore culturale.

Questo il ringraziamento del Consorzio INDA – Istituto Nazionale del Dramma Antico:

“Il paesaggio pensato dall’architetto Stefano Boeri per il progetto scenico della tragedia Le Troiane di Euripide, in programma al Teatro Greco di Siracusa per le Rappresentazioni Classiche organizzate dalla Fondazione Inda, porta in Sicilia il legno “da schianto” delle montagne friulane, dando così nuova vita a migliaia di alberi sradicati dal vento”.

“Il legname dei boschi abbattuti della tempesta Vaia, nello scorso mese di ottobre, assume così un profondo significato di rinascita e di riqualificazione, offrendo anche importanti spunti di riflessione a tutti gli spettatori che decideranno di assistere allo spettacolo diretto da Muriel Mayette-Holtz”.

“Le Rappresentazioni Classiche, che l’Istituto Nazionale del Dramma Antico si onora di organizzare da 105 anni, diventeranno così un tassello di questo cammino virtuoso intrapreso dopo che la furia della natura si è abbattuta sulle foreste della Carnia”.

“La Fondazione Inda e Stefano Boeri Architetti ringraziano la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Innova FVG e tutte le persone e le aziende che, attraverso il coordinamento del Consorzio dei Boschi Carnici, si sono spese per il recupero del materiale legnoso, per portare avanti un progetto di così alto valore”.

“Il nostro più sentito grazie alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, a Michele Morgante Presidente di Innova FVG, alla referente progettuale Nicoletta Ermacora, alla Filiera Legno FVG, al Presidente del Consorzio Boschi Carnici Luigi Cacitti, al sindaco del Comune di Sappada Manuel Piller Hoffer, al Presidente AIBO FVG Agostino Michielin e alle aziende boschive Cigliani Albino e Mirco Arta Terme, Agostinis Luigi s.r.l. Reana del Roiale, Danta Legnami e Biomasse Verzegnis, Del Fabbro Maurizio Forni Avoltri, Fratelli De Infanti boschiva e segheria Ravascletto e Paluzza”.

(Photo credits: Maria Pia Ballarino)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi