La Questura chiude il Mc Donald’s in centro a Trieste per risse e droga

Trieste – Nella mattinata di lunedì 11 novembre il Questore di Trieste Giuseppe Petronzi ha disposto la chiusura per 7 giorni del Mc Donald’s di Piazza Carlo Goldoni, in pieno centro a Trieste.

Il locale infatti negli ultimi tempi era divenuto teatro di numerosi interventi da parte delle forze dell’ordine per le numerosi liti tra avventori avvenute al suo interno.

Da maggio scorso ad oggi il locale è stato un punto di aggregazione per clienti di giovane età che si sono distinti negativamente per comportamenti violenti e di reciproca conflittualità.

Molti di loro erano già gravati da precedenti di polizia per reati contro la persona, il patrimonio o connessi all’uso di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento di sospensione della licenza ex art. 100 TULPS, pertanto, ha lo scopo di impedire il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale e allo stesso tempo di prevenire il ripetersi di tali situazioni.

Allarme per la situazione era stato manifestato da parte dei cittadini residenti in zona e dei negozianti delle aree limitrofe, i quali sono preoccupati, oltre che per la propria incolumità, anche per un possibile calo delle presenze dei consumatori che si recano in centro città per gli acquisti.

Segnalazioni dei cittadini sui social e i media osservano inoltre che il degrado e il deterioramento del decoro del centro cittadino di Trieste costituiscono un forte deterrente al turismo, con perdite economiche rilevanti.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi