Omicidio di Giulio Regeni, l’Egitto vuole il ripristino pieno dei rapporti con l’Italia

Bruxelles – L’Egitto vuole “il ripristino pieno dei rapporti con l’Italia” ed è disposto a “recuperare la verità” sulla morte di Giulio Regeni “da ogni cassetto in cui essa si trovi, dando una mano fino alla fine per trovare il responsabile dell’omicidio”.

Lo ha affermato a Bruxelles il ministro Angelino Alfano, dopo il pranzo di lavoro del Consiglio esteri con il collega egiziano Sameh Shoukry.

“È stata una discussione alla quale hanno partecipato tutti i ministri. Io ho posto la questione della verità sul caso di Giulio Regeni. È stata una discussione molto schietta, nel corso della quale il ministro egiziano ha ribadito la volontà del governo di offrire la massima collaborazione sia governativa che giudiziaria” ha detto Alfano, riferendo che dopo l’intervento l’alto rappresentante europeo Federica Mogherini “ha ribadito il pieno sostegno della Commissione europea alle posizioni italiane sul caso Regeni”.

Nel confronto con Shoukry, ha continuato Alfano, “ho ribadito che, per quanto ci riguarda, questa drammatica vicenda ha arrecato un danno grave ai nostri rapporti. Da parte del collega egiziano vi è stato il riconoscimento di questo danno prodotto dalla drammatica vicenda di Giulio Regeni e al tempo stesso la massima comprensione per quello che noi avvertiamo come un dolore inguaribile ed insanabile sulla nostra ricerca della verità”.

“Al tempo stesso – ha continuato – devo anche riconoscere che ha ribadito un desiderio di ripristino pieno dei rapporti, recuperando la verità su Giulio Regeni da ogni cassetto essa si trovi e dando una mano fino alla fine per trovare il responsabile dell’omicidio”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi