Ondata di maltempo tra Monfalcone e Trieste: pioggia forte e bora causano allagamenti

Trieste – Una forte ondata di maltempo si è abbattuta tra Monfalcone e Trieste nel pomeriggio di domenica 22 ottobre. Dopo giornate relativamente miti, umide e nebbiose il rapido fronte freddo ha provocato violenti temporali e forti precipitazioni.

Le piogge a tratti intensissime hanno causato alcune brevi interruzioni dell’energia elettrica che hanno fatto scattare allarmi in luoghi privati. Numerosi gli allagamenti, in molti casi provocati da caditoie e tombini intasati.

Sulle Rive e nella zona della Stazione ferroviaria si sono registrati notevoli accumuli d’acqua, dovuti anche al vento di bora a raffiche che ha concentrato gli scrosci di pioggia in alcune aree.

In viale Miramare e in piazza Libertà si sono formate pozze dove il livello dell’acqua è di una decina di centimetri.

Forti i disagi per i passeggeri in arrivo e partenza. Oltre 30 centimetri d’acqua si sono formati al livello del cavalcavia di Barcola. Anche a Muggia (Ts) si sono verificati numerosi allagamenti.

Vigili del fuoco e personale della Protezione civile sono impegnati a far defluire l’acqua.

Si è trattato di fenomeni intensi ma fortunatamente di breve durata.

L’afflusso di aria fredda ha portato ad un deciso calo delle temperature soprattutto in montagna, dove rispetto ai giorni scorsi si è avuto un abbassamento di oltre 8-10°C.
È caduta un pò di neve sotto i 1500m.

Sulle Alpi ed Appennini sono tornate temperature in linea con la media del periodo e in qualche caso temporaneamente al di sotto.

Secondo i metereologi la perturbazione sarà di breve durata. Da martedì infatti le temperature dovrebbero risalire in seguito al ritorno dell’anticiclone.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi