“Salomè” di Oscar Wilde in cooproduzione con il Politeama Rossetti

Trieste – Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia coproduce “Salomè” di Oscar Wilde che va in scena al Politeama Rossetti dal 19 al 24 febbraio. Il testo, raramente portato in scena, si avvale di un cast di soli attori eccellenti, a partire da Eros Pagni, Gaia Aprea – che interpreterà il ruolo del titolo – e Anita Bartolucci. La regia è di Luca De Fusco.

Lo spettacolo va in scena alle ore 20.30 da martedì 19 a sabato 23 febbraio e domenica 24 alle 16.

Oscar Wilde scrisse “Salomé” di getto, a Parigi, nel 1891 come una fiaba perversa che concedeva molto al gusto di fine secolo, a quelle seduzioni Art Nouveau, a quell’innocenza crudele che poi vibrerà in molta produzione letteraria e musicale. Nel destino di “Salomé” – mai rappresentata nella sua forma drammaturgica durante la vita di Wilde – ci fu una partitura: quella splendida e celebre di Richard Strauss. La fama e lo splendore dell’opera ha in qualche modo oscurato la versione originale e il dramma wildiano – a tutti gli effetti un capolavoro – viene rappresentato assai raramente.

Vi pone rimedio la messinscena firmata da Luca De Fusco, alla cui produzione il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ha voluto concorrere, proprio per il valore e il significato dell’operazione.
Lo spettacolo, dopo un grande successo estivo al Teatro Grande di Pompei e nel corso di un’applaudita tournée arriva al Politeama Rossetti, dove va in scena dal 19 al 24 febbraio, per il cartellone della Prosa.

Il regista restituisce “Salomé” al pubblico in modo raffinato, e affidandola a un assieme impeccabile: ogni figura si staglia piena, in tutto il suo fascino, nell’ambiguità e nelle contraddizioni, in tutti i vibranti passaggi fra dramma e ironia, seduzione e grottesco, che appartengono alla scrittura di Wilde. Il merito va a un cast di soli attori eccellenti, a partire da Eros Pagni che è Erode, Gaia Aprea, inebriante Salomé e Anita Bartolucci, emozionante nel ruolo di Erodiade.

Salomè di Oscar Wilde traduzione Gianni Garrera, adattamento e regia Luca De Fusco ,con Eros Pagni (Erode), Gaia Aprea (Salomè), Anita Bartolucci (Erodiade), Alessandro Balletta (secondo giudeo), Silvia Biancalana (paggio di Erodiade), Paolo Cresta (un sadduceo), Gianluca Musiu (giovane siriano/un nazzareno), Alessandra Pacifico Griffini (schiava di Salomè), Giacinto Palmarini (Iokanaan), Carlo Sciaccaluga (secondo soldato), Francesco Scolaro (un nubiano/un fariseo), Paolo Serra (Tigellino/cappadociano), Enzo Turrin (primo giudeo)

Scene e costumi Marta Crisolini Malatesta, disegno luci Gigi Saccomandi, musiche originali Ran Bagno, coreografie e aiuto regia Alessandra Panzavolta.
Una produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro Nazionale di Genova,
Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Verona

Giovedì 21 febbraio ore 18 alla Sala Bartoli si terrà un incontro sullo spettacolo “Salomè” di Oscar Wilde: sarà condotto dal professor Peter Brown, direttore della British School del Friuli Venezia Giulia che offrirà interessanti approfondimenti sull’opera. Il professor Brown converserà con i protagonisti dello spettacolo che saranno presenti all’evento. L’ingresso sarà libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Il giorno successivo alle 17.30 l’approfondimento avverrà in lingua inglese.

I biglietti ancora disponibili si possono acquistare nei consueti punti vendita e circuiti oppure in internet accedendo direttamente dal sito del Teatro, www.ilrossetti.it. Per ogni informazione ci si può rivolgere al numero 040. 3593511.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi