Si presenta il libro “Con gli occhi di Rezarta” di Luisa Pozzar

Trieste – Venerdì 28 aprile alle ore 10 presso il Centro Triestino del libro TS 360 a Trieste (piazza Oberdan 7), nel corso del consueto appuntamento “Caffè con libro”, Fabiana Martini, giornalista collaboratrice di Blog Italia – Agi, presenterà il libro “Con gli occhi di Rezarta” di Luisa Pozzar, nato in collaborazione con Battello Stampatore, e dialogherà con l’autrice.

La lettura di alcuni brani sarà curata da Eva Ricupero, lettrice volontaria e bibliotecaria in forza alla Biblioteca Comunale “Sandro Pertini” di Ronchi dei Legionari.

Nel corso della presentazione saranno esposte alcune opere dell’artista Valentina Bott, illustratrice del volume, e sarà presentata l’attività dell’Associazione “Bambini del Danubio ONLUS”, alla quale l’autrice ha scelto di destinare parte del ricavato.

Come ricorda nella prefazione Luigi Verdi, sacerdote responsabile della Fraternità di Romena di Arezzo: Luisa ama il creato e le creature: si snocciola questo suo amore nelle pagine di questo libro, scorre gorgogliante come un ruscello nelle parole che, quasi come fotografie, descrivono i suoi incontri quotidiani. Luisa ha un cuore che riesce a sorridere, che si tratti di un antico ricordo o di un lacerante dolore il suo cuore si apre sempre al sorriso di una speranza, alla tenue ma luminosa apertura verso la bellezza. Anche nei giorni piovosi, anche negli imprevisti sconvolgenti.

Sarà perché ha un cuore bambino e non ha mai smesso di stupirsi: “ritrovare la nostra parte piccola, richiamarla a noi, rimetterla al centro della nostra vita con la sua gaiezza, i suoi bisogni, i suoi desideri più profondi e con la sua voglia di scoprire la bellezza nascosta negli angoli più impensati del nostro peregrinare.”

E quegli angoli impensati Luisa non li sfugge, non ne ha paura, perchè sa che proprio là si nascondono tesori preziosi e occasioni uniche. Regali misteriosi, piccoli e imprevisti, come una foglia che nell’autunno dona tutto il suo colore, come uno squarcio di azzurro tra le nuvole, come una dignità trovata nonostante le apparenze.

“In fondo siamo tutti un po’ alberi… piantati nel giardino della vita per imparare ad amare. Con i piedi ancorati a terra e le braccia protese verso il cielo.”

Eccolo, il cielo: si sente in queste pagine il suo profumo, si respira la sua aria pulita. Mi domando quanto faticoso e difficile sia stato il cammino di Luisa per giungere a vedere quel cielo; quanti percorsi sotterranei, come quelli dei suoi amati fiumi carsici, ha dovuto  attraversare per arrivare alla trasparenza della luce. Ma ora è qui, un filo che percorre tutto il libro, che ci costringe ad alzare lo sguardo, a leggere le sfumature più nascoste, a sorprendere i sussurri di una stella.

Sinossi : La vita quotidiana, nella sua semplicità, può diventare occasione di incontri inaspettati, nei quali il creato e le creature diventano mezzi per avviare un sereno dialogo con le nostre radici e il nostro mondo interiore. E ci si stupisce nel vedere quanta sia la bellezza rivelata e fin troppo spesso nascosta negli angoli dell’esistenza umana.
Servono però occhi nuovi, pieni di speranza, per guardare al mondo e coglierne le sfumature di luce. Rezarta e i suoi occhi così belli aprono un percorso che può essere alla portata di tutti. Basta lasciarsi accompagnare.

[Serenella Dorigo]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi