Vigilia di Natale sott’acqua e Natale col bel tempo

Palmanova – Anche la Vigilia di Natale la costa dell’Alto Adriatico è andata sott’acqua, dopo che la Protezione Civile regionale aveva diramato un’allerta meteo di criticità “gialla” dal 22 al 23 dicembre per piogge intense e acqua alta, quest’ultima prorogata dalle 4 alle 12 del 24 dicembre.

Alle 8 del mattino nell’alto Adriatico era previsto un massimo di 1 metro e 37 centimetri sul medio mare causato dal picco del ciclo lunare che favorisce le maree alte. Fortunatamente non si è aggiunto lo scirocco, altrimenti il livello delle acque sarebbe stato ancora più alto.

Intanto sono in esaurimento le piene del fiume Meduna e del Noncello. Stanno rientrando le situazioni di crisi nella rete idrografica minore.   Ripristinata anche la viabilità.

[Nella foto della Protezione Civile di Muggia: l’alta marea invade il centro storico di Muggia (TS)]

Situazione

Il campo di alta pressione sul Mediterraneo si sta estendendo ma il Nord-Est rimane esposto a correnti da nord-ovest.

Dopo un avvio di giornata con cieli sereni o poco nuvolosi ovunque, a metà giornata una rapido fronte si addosserà all’arco alpino determinando deboli nevicate sull’Alto Adige e un veloce e temporaneo aumento della nuvolosità (di tipo alta e stratificata) sui restanti settori; già in serata i cieli torneranno sereni o poco nuvolosi su Veneto, Friuli-VG e Trentino mentre su Alto Adige insisteranno degli annuvolamenti con nuove deboli nevicate dalla seconda parte della sera sui settori di confine. Temperature in lieve calo, specie nei valori massimi. Venti fino a tesi da nord-nordovest in montagna. Mare poco mosso.

Previsioni meteo

La Vigilia di Natale in mattinata sereno o poco nuvoloso. A partire dal primo pomeriggio, nuvolosità in aumento specie su Alpi e Prealpi, che si diraderà nella serata. In quota soffierà vento forte da Nord Ovest.

Per il giorno di Natale, sereno o poco nuvoloso ovunque.

Di seguito le indicazioni della Protezione Civile in caso di alluvione:

Print Friendly, PDF & Email

Condividi